Kingsley Coman è l’eroe della sesta Champions League del Bayern Monaco. Il suo gol è bastato ai bavaresi per superare il PSG in finale, un destino curioso perché è proprio da Parigi che ha avuto inizio la vita calcistica del giovane francese.

A 10 anni viene chiamato nelle giovanili e dopo qualche stagione debutta in prima squadra, dando ufficialmente il via alla sua giovane carriera, durante la quale ha già vinto ogni cosa. E nonostante i suoi 24 anni e i tanti infortuni che lo hanno tormentato, Coman è riuscito a diventare il vero protagonista della Champions, oltre a conquistare un record bizzarro e unico nel suo genere.

Ecco perché abbiamo raccolto per voi cinque curiosità che forse non sapevate su di lui, come ad esempio quando da bambino piangeva dopo ogni partita persa. E se volete saperne di più, non perdetevi gli altri episodi della serie “Cinque cose che non sai su…”, disponibili gratuitamente cliccando su questo link.