Tottenham ed Arsenal si sfidavano in un derby fondamentale per i destini europei di entrambe le squadre. I successi di Sheffield e Wolverhampton, infatti, obbligavano Spurs e Gunners a conquistare i tre punti. Arteta arrivava a questo match dopo aver dato ai suoi un nuovo equilibrio mentre Mourinho si presentava con molti problemi e poche certezze. Un derby intenso come era lecito aspettarsi e con le due squadre che hanno provato, fino alla fine, a portarsi a casa l’intera posta in palio; alla fine sono stati i padroni di casa ad avere la meglio grazie al colpo di testa di Alderweireld. Vittoria fondamentale per il Tottenham che tiene vive le speranze Europa League.

Alderweireld regala al Tottenham un’altra chance

Un colpo di testa a nove minuti dalla fine consegna tre punti d’oro al Tottenham; gli Spurs erano obbligati a vincere sia per riscattare la brutta prestazione fornita contro il Bournemouth ma soprattutto per non dire addio al settimo posto utile in ottica Europa League. Serviva una reazione e i ragazzi di Mourinho sono stati bravi a fornirla nella partita più importante, quella che potrebbe rendere discreta una stagione piuttosto complicata. Newcastle, Leicester e Crystal Palace: questi gli ultimi avversari del Tottenham. Duecentosettanta minuti da affrontare con lo spirito messo in campo oggi per provare a conquistare i preliminari di Europa League.

Arsenal, sconfitta fatale

Se il Tottenham ha un’ultima possibilità di prendere l’Europa League, non possiamo dire lo stesso per l’Arsenal; i Gunners, nonostante non siano matematicamente fuori dai giochi, hanno veramente poche possibilità di chiudere la Premier League tra le prime sette. Oggi è venuta meno l’attenzione vista nelle ultime settimane (e qui torna il problema della continuità); i ragazzi di Arteta hanno mostrato poca concentrazione a livello difensivo in occasione dei due goal avversari. La rete di Lacazette non è bastata ad evitare una sconfitta che significa addio ai sogni europei.