Al Wanda Metropolitano va in scena la 152esima sfida tra Atlético Madrid e Siviglia in Liga. Le squadre di Simeone e Lopetegui distano solo due punti in classifica e con grande interesse vengono seguite dal Getafe, pronto al posticipo interno col Celta Vigo.

Tutto nel primo tempo

Davanti ad un gremito muro colchonero, il Siviglia passa in vantaggio con de Jong, sorprendendo gli uomini del Cholo al 19′. Gli ospiti sfruttano tutto il campo, allargando le linee difensive dei padroni di casa con un possesso palla ordinato e metodico. Oblak salva i suoi, ma questa non è una novità: dai miracoli dello sloveno, l’Atleti prende coraggio e trova il pareggio su rigore con Morata. Il penalty, causato da un tocco di mano di Diego Carlos, dà il via ad un uno-due terribile dei colchoneros, che a distanza di qualche minuto trovano il vantaggio con Joao Felix: gli uomini di Simeone sembrano essersi caratterialmente ritrovati e crescono esponenzialmente nel corso del match. Ma un’arrembante primo tempo non può che concludersi con un altro colpo di scena: Ocampos in area viene atterrato e trasforma il rigore del 2-2, poi risultato finale.

atlético Siviglia
(Photo by Denis Doyle/Getty Images)

Il record di pareggi di Atlético-Siviglia

Atlético e Siviglia pareggiano ancora: è il 51esimo pareggio in campionato, un record in Spagna. Nessun altro match ha raccolto così tanti pari: Simeone e Lopetegui mantengono le distanze ed offrono una ghiotta occasione al Getafe che quindi può tornare terzo ed allungare sui colchoneros, ancora fermi al quinto posto. Alla ritrovata grinta dell’Atleti, dopo la vittoria in Champions sul Liverpool, si è opposta un’invidiabile organizzazione e precisione nel gioco proposto dagli andalusi: un pareggio giusto, che però serve poco ad entrambe, che ora rischiano di doversi dar battaglia per l’ultimo posto disponibile per l’Europa che conta.