Quando la partita sembrava essere giunta alla sua fine, con il Paderborn che meritatamente stava per festeggiare un 2-2 che avrebbe riscritto la storia di un club mai capace di prendere punti col Bayern, ecco spuntare Lewandowski. All’88esimo è arrivato l’ennesimo gol del polacco, stavolta su assist di Gnabry, per battere Zingerle, vicinissimo a diventare l’eroe di giornata

Senza di lui in porta, oggi il Paderborn non sarebbe arrivato in vita così avanti nella partita, e questo senza considerare che la prestazione dei bavaresi è stata sottotono. Le uniche due luci nel buio Bayern sono state proprio Gnabry e Lewandowski, che hanno trascinato la squadra a una vittoria che sembrava ormai irraggiungibile e che avrebbe messo di nuovo in dubbio il titolo tedesco. Deludente, invece, la prestazione di Coutinho, irriconoscibile sul campo da gioco.

Un altro record per Lewandowski

Il polacco, autore di una prestazione fenomenale, ha mostrato un feeling con il goal incredibile: la doppietta di oggi fa infatti salire il suo score stagionale a 38 gol in appena 32 partite. Meglio di lui solo Haland, con 39 reti, che però ha giocato metà stagione nel campionato austriaco, sicuramente meno competitivo rispetto alla Bundesliga tedesca. L’attaccante del Bayern ha dimostrato ancora una volta la sua capacità di segnare nonostante le poche occasioni, e non a caso si trova con 25 gol in Bundesliga al secondo posto nella classifica per la Scarpa d’Oro, dietro al solo Ciro Immobile. 25 gol che tra l’altro potrebbero anche fargli battere lo storico record di Gerd Muller, che con 40 gol nella stagione 71-72 detiene il primato di miglior realizzatore in una singola stagione di Bundesliga.

La lotta per il Meisterschale continua

La vittoria con il Paderborn potrebbe risultare determinante anche in chiave titolo, perché vincendo su questo campo il Bayern si è assicurato la prima posizione in solitaria, allontanando l’inseguitrice Lipsia. Il Paderborn dal canto suo deve fare i conti con una situazione molto meno rosea, e infatti questa sconfitta ha fatto sprofondare la squadra all’ultimo posto in Bundesliga. Due situazioni diametralmente opposte, che tuttavia possono dirsi simili per quello che riguarda la pressione sui tecnici: se da una parte Flick dovrà vincere tutto per venire confermato, Baumgart dovrà fare in modo di perdere il meno possibile per salvare la sua squadra.

Carica per la Champions

Nonostante la partita sia stata giocata a ritmi blandi, il Bayern può dirsi soddisfatto della vittoria, che potrà avere un ruolo molto importante nel caricare i giocatori in vista della partita di Champions League contro il Chelsea. Perché il club tedesco, per dare risalto  a questa stagione, avrà bisogno necessariamente di fare strada anche tra le grandi d’Europa.

Federico Zamboni