Karim the dream, il soprannome che Benzema si porta dietro da anni e a cui sta rendendo onore sempre di più col passare del tempo. Il sogno del francese non finisce, anzi sembra essersi infiammato di nuovo da quando le chiavi dell’attacco del Real Madrid gli sono state lasciate in eredità da Cristiano Ronaldo. Una carriera fatta di talento, sacrificio, leadership e numeri da campione: con la doppietta al Valencia nel 4-1 del Bernabéu, Benzema ha sfondato il muro delle 300 reti con la camiseta blanca.

Il record e i precedenti

Per rendere l’idea dell’impresa compiuta dal francese, basta dare uno sguardo agli altri nomi in classifica. Ad andare oltre le 300 marcature col Real, infatti, ci erano riusciti solo altri tre calciatori: RaulDi Stefano e CR7. Vere e proprie icone madridiste, a cui si è appena aggiunto Karim. Alla presenza ufficiale numero 584, il francese ha aperto e chiuso le danze nella ventesima giornata di Liga, che ha visto i suoi fronteggiare il Valencia. In attesa del Siviglia, i Blancos si sono riportati ad 8 punti di vantaggio, in un campionato finora dominato. Merito, tra gli altri, anche del centravanti francese, a tutti gli effetti regista offensivo per la squadra di Ancelotti.

Il ruolo in campo e fuori

Quasi 13 anni dopo il suo arrivo in Spagna, Benzema sembra essere definitivamente sbocciato. Superati i 30 anni, il centravanti bleu ha raggiunto una maturità impressionante, fruttata anche grazie alla convivenza avuta con Cristiano Ronaldo. La presenza del portoghese ha spesso offuscato il lavoro d’apertura degli spazi e di rifinitura che il francese gli offriva, seppur questo fosse, tra gli altri, un punto cardine nel Real capace di vincere 4 Champions League nello scorso decennio. L’addio di Ronaldo e la “centralizzazione”, sia in campo che fuori, hanno spinto Karim sotto i riflettori. Il cambio generazionale avuto dai Blancos lo ha reso un senatore a tutti gli effetti, per militanza ed età: al resto hanno pensato la sua intelligenza e la qualità, mai messe in dubbio.

Il sogno di Karim continua: l’obiettivo è trascinare il Real all’ennesima Liga e, di nuovo, tra le grandi d’Europa.