La sessione di mercato invernale si è conclusa e la Bundesliga è stata protagonista con grandi colpi di mercato. L’acquisto più importante l’ha messo a segno il Borussia Dortmund; il BVB ha messo le mani su Håland. L’attaccante si è presentato con cinque goal in due partite (entrambe le volte è partito dalla panchina). Interessante anche il passaggio di Piatek all’Hertha Berlino. Si è mosso anche il Bayern Monaco che ha prelevato Odriozola dal Real Madrid. Andiamo a vedere quali sono stati i cinque colpi più interessanti nella sessione di mercato appena conclusa.

Bundesliga, i cinque arrivi più interessanti

Odriozola

 

Il Bayern Monaco, in attesa di sparare i botti di mercato nella sessione estive, è andato ad acquistare Odriozola. Il terzino destro va a ricoprire un ruolo scoperto nella rosa di Flick; il tecnico, grazie all’arrivo dello spagnolo, può sistemare la difesa con lo spostamento di Pavard al centro. Giocatore abile sia nella fase di spinta che in quella di copertura, garantisce al Bayern una soluzione importante per la stagione.

Olmo

 

Il Lipsia, capolista di Bundesliga, ha voluto rinforzare la rosa dopo la cessione al Napoli di Demme. La società ha deciso di puntare su Dani Olmo, fantasista proveniente dalla Dinamo Zagabria. Il giocatore aggiunge tanta qualità a una rosa che punta a chiudere la Bundesliga con la vittoria del Meisterschale. Per quanto riguarda la posizione in campo può fare sia il trequartista sia l’attaccante esterno. L’acquisto di Olmo è un chiaro segnale alle concorrenti per il titolo.

Piatek

 

Uno degli ultimi colpi di mercato in Bundesliga è stato il passaggio di Piatek dal Milan all’Hertha Berlino; il centravanti polacco si trasferisce all’Olympiastadion con la speranza di dimostrare il suo reale valore. Il club ha deciso di puntare sul polacco per aumentare il numero relativo ai goal. Si tratta di una scommessa visto il recente passato di Piatek ma il gioco di Klinsmann può favorire la rinascita del ragazzo.

Håland

 

Tripletta all’esordio, doppietta nella seconda gara con la maglia del Borussia Dortmund; in entrambe i match è partito dalla panchina. L’impatto di Håland con la Bundesliga è stato discretamente positivo. Giocatore giovane ma soprattutto forte; prima punta fisica, di talento e che al BVB mancava da quando Alcacer ha iniziato ad avere problemi fisici. Letale nell’area di rigore avversaria ma altrettanto abile nel giocare con i compagni di reparto; da questo punto di vista la curiosità di vederlo dal primo minuto, con Sancho e Hazard, è tanta. Le Wespen, grazie a Håland punta forte al Meisterschale.

Todibo

Al Barcellona non è riuscito a dimostrare il proprio valore, con lo Schalke non ha ancora disputato un minuto. Stiamo parlando di Jean-Clair Todibo; il difensore è arrivato ai Knappen per rinforzare una rosa in lotta per il quarto posto. Giocatore forte fisicamente, abile nel colpo di testa e con una discreta tecnica individuale. Può ricoprire anche il ruolo di centrocampista proprio per l’abilità nella conduzione di palla. Lo Schalke, in prospettiva, ha messo le mani su un profilo molto interessante