La Copa Libertadores del San Paolo comincia da Trujillo, città del Cesar Vallejo, squadra che omaggia l’università locale e il più grande poeta della storia della letteratura peruviana.

Un cammino apparentemente in discesa quello della Tricolor che è stata piuttosto fortunata nel sorteggio e che dopo un mercato faraonico punta al colpo grosso. Lo smembramento del Corinthians rende il San Paolo la squadra brasiliana più credibile tra quelle in corsa in Copa Libertadores ma sottovalutare un impegno di inizio stagione potrebbe essere l’errore più grave per un squadra che ha nelle proprie corde anche un possibile cammino trionfale.

Il calciomercato ha portato tantissime novità: la più importante è in panchina dove arriva uno dei veterain della Libertadores come Edgardo Bauza campione sia con la LDU de Quito che con il San Lorenzo nell’estate 2014. Il Paton è l’uomo giusto per riportare la Tricolor in vetta al continente ma non dovrà sbagliare questo primo incontro con il Cesar Vallejo.

Per la difesa il rientro di Lugano rappresenta la grande voglia di questa squadra di vincere la Copa: già ribattezzato “DIO5” la leggenda uruguayana ha il carisma necessario per guidare la difesa già in questo preliminare.

L’ultimo acquisto è invece quello di Calleri, arrivato al Morumbi dopo che Inter e Bologna si sono tirate fuori dalla corsa per assicurarsi il talento argentino. L’ex Boca Juniors può rappresentare una chiave importantissima per l’attacco del San Paolo visto che la sua versatilità si sposa sia con la velocità di Centurion che con il fiuto del gol di Kieza e Rogerio.

L’inizio di stagione nel Paulistao non è stato perfetto per la Tricolor del Paton Bauza che ha pareggiato nella gara d’esordio contro il modesto Red Bull Brasil ma l partta conrto il Cesar Vallejo, con molto più prestigio in palio, può essere la chiave per sbloccare questa stagione.

Dall’altra parte i Poetas sono alla primissima esperienza internazionale vistala recente fondazione (1996). Un grande traguardo raggiunto al termine di un’ottima stagione (il pass per la Libertadores è stato ottenuto a dicembre nella finale 3°-4° posto contro il Real Garcilaso)  ha permesso al Cesar Vallejo di farsi conoscere in Sudamerica e il test di oggi, per quanto difficile, rapresenta sicuramente la partita più importante della storia del club.

La stella della squadraè Mauricio Montes, peruviano goleador solamente in patria che ha lasciato splendidi ricordi al Real Garcilaso, squadra rivelazioe dela Copa Libertadores 2013.

Oggi si scrive una pagina importante della storia del Cesar Vallejo ma il San Paolo ha fame di Libertadores ed è pronto a stupiere sin da subito.