Dopo anni di resistenza, l’Ajax molla la presa su Hakim Ziyech e cede alle pressioni del Chelsea che si aggiudica le prestazioni future del ragazzo. Il marocchino, in passato, venne accostato anche alla Roma, ma Sabatini e Monchi decisero di virare su altri profili, mossa non del tutto azzeccata. L’attaccante, dopo aver vestito la maglia di Heerenveen e Twente, saluta l’Eredivisie per approdare in Premier ad un costo del tutto abbordabile.

45 MILIONI BASTANO PER ZIYECH: IL CHELSEA PIAZZA IL COLPO

Prima o poi sarebbe accaduto“. Con queste parole, Ten Hag sottolinea la partenza di Ziyech, troppo spesso accostato a grandi formazioni europee e sempre trattenuto dall’Ajax che, oltre ogni più rosea previsione, ha impedito al marocchino di lasciare Amsterdam negli ultimi due anni.

Questo momento sarebbe arrivato per la tristezza di tutta la Johan Cruijff Arena: il marocchino ha chiuso l’accordo con il Chelsea che sarà la sua squadra nella prossima stagione. Il trasferimento avverà ad inizio mercato estivo con 45 milioni che saranno depositati nelle casse del club ajacide. L’amore dell’Ajax verso l’attaccante, scattò nel 2013-2014, al suo primo campionato da titolare con l’Heerenveen: il marocchino mise in mostra tutta la sua tecnica e quel mancino che ha fatto innamorare i club di mezza Europa. Velocità, dribbling, eleganza e un tiro che non lascia scampo anche da calcio piazzato: un vero capolavoro il suo passaggio a Stamford Bridge che lascia a bocca asciutta la maggior parte delle concorrenti al cartellino del giocatore.

Ziyech è un calciatore duttile che nasce come centrocampista laterale ma che è stato immediatamente avanzato per completare il tridente di un classico 4-3-3: la miglior stagione è stata al Twente con 17 realizzazioni in 33 partite. Dopo quell’exploit, l’Ajax non ha avuto più dubbi e ha affondato il colpo per portarlo nella capitale sotto la guida di Bosz con il quale raggiunerà una finale di Europa League persa contro il Manchester United. Con Ten Hag è diventato a tutti gli effetti un attaccante con ben 16 realizzazioni messe a segno nella passata annata insieme ad una semifinale di Champions persa contro il Tottenham autore di una rimonta chiusa in pieno recupero. In bacheca vanta un’Eredivisie, una Johan Cruijff Schaal e una KNVB Beker. 4 anni d’amore che contano 109 presenze in campionato e 38 realizzazioni (dati calcolati fino all’ultimo match contro il Psv del 2 Febbraio 2020).

Lampard, in Ziyech, trova un giocatore utilissimo per alzare la qualità del suo metodo di gioco: il marocchino è adatto sia per il suo 4-2-3-1 che per il classico 4-3-3 che lo ha visto sempre protagonista nella sua vita calcistica olandese. Nel tridente offensivo, il sacrificabile è sicuramente Odoi con Mount e Willian che resteranno intoccabili, a scanso di trasferimenti estivi. Il Chelsea chiude un colpo fantastico ad un prezzo ottimo: 45 milioni per uno dei mancini più desiderati d’Europa. Muoversi in anticipo ha pagato notevolmente con il prezzo del ragazzo che sarebbe potuto lievitare con la vittoria del campionato e dell’Europa League dove l’Ajax è ancora in corsa. Ziyech saluta l’Olanda per il salto di qualità che ha rimandato per troppo, troppo tempo.