Nuovo nome. Nuovo logo. Nuova stagione. Nel weekend appena trascorso si è aperta l’Eliteserien 2017. Il massimo campionato norvegese sveste i panni della “Tippeligaen” e si colora a festa per quella che è la sua 73esima edizione. Dopo l’antipasto della Mesterfinalen vinta dal Rosenborg ai danni del Brann, la caccia alla compagine di Trondheim è ufficialmente iniziata.

Ad aprire le danze è il Molde di Ole Gunnar Solskjær, in grado di imporsi 1-0 in esterna contro il neopromosso Kristiansund. Un anticipo, quello di sabato, molto sentito per entrambe le squadre, la cui vicinanza geografica (70 kilometri circa) trasforma il match in un derby molto sentito. Per i padroni di casa un’occasione fallita per inaugurare con un risultato positivo la prima gara della sua storia nella massima divisione. Una prestazione però coriacea per gli uomini di Christian Michelsen che ha lasciato del buono nelle gole dei 4000 festanti sulle gradinate. Al ben più quotato Molde ci sono voluti 51 minuti e un colpo di testa di Fredrik Brustad per sbloccare una partita complicata, resa ancor più difficile dalla pioggia battente che ha sferzato per tutta la sera sulla contea di Møre og Romsdal.

Il nuovo logo della Eliteserien

Nel fitto programma dominicale spicca la rotonda vittoria del Rosenborg ai danni dell’Odd. Un 3-0 quello dei Troillongan che già mette in evidenza, ce ne fosse ancora bisogno, qual è la squadra da battere in questo 2017. Scialba la prova del Rosenborg per tutta la prima frazione con gli ospiti in grado di ripartire e fare male in contropiede. Allo scoccare dell’ora di gioco il Lerkendal esplode per la prima rete in maglia bianconera di Nicklas Bentner. L’attaccante danese ex Arsenal e Juventus sfodera il suo piatto forte e tramuta in gol con un perentorio colpo di testa un perfetto traversone dalla destra di Pål André Helland. Il raddoppio è questione di minuti quando un altro cross, sempre dall’out destro, trova la sciagurata deviazione del centrale ospite Fredrik Berge. La sfera, destinata a finire in rete, viene smanacciata dall’estremo difensore dell’Odd Sondre Rossbach il quale però, in maniera del tutto goffa, non riesce a deviarla in corner ma la spinge sul palo e dritta in fondo al sacco. Per gli oltre 16000 di Trondheim, giunti a supportare i propri beniamini in quella che è la prima di campionato nella stagione del centenario, ci sarà modo di gioire per la terza volta. E lo faranno in grande stile per sottolineare un’autentica perla di Milan Jetovic: doppio passo sul limite destro dell’area di porta avversaria, destro a giro sul palo lungo, bacio alla trasversale e tre punti in cassaforte. Un risultato pronosticato per il Rosenborg ma non così facile dato che due delle tre sconfitte patite la scorsa stagione sono arrivate proprio contro il Grenland.

Quattro vittorie interne vanno in scena nelle restanti cinque partite di domenica. Da sottolineare la vittoria in rimonta per 3-1 dello Strømsgodset ai danni dell’Haugesund e la tripletta di Ohi Omoijuanfo con cui lo Stabæk regola l’Aalesund. L’unico pareggio di giornata va in scena nel profondo nord. Finisce 1-1 tra i padroni di casa del Tromsø e il Brann. Con la neve che ancora ammanta la città e l’Alfheim Stadion, le due squadre danno vita ad una partita molto combattuta e divertente. Primo tempo tutto appannaggio della squadra di Bergen che crea svariate occasioni con Braaten e Sorensen per portarsi in vantaggio. Inizio di secondo tempo a cannone per gli ospiti che trovano la rete grazie ad un pallonetto mancino millimetrico dello svedese Jakob Orlov. Il Brann concede campo al Tromsø che però deve aspettare il recupero per trovare il gol del pari. A realizzarlo è il capitano Simon Wangberg che svetta in area sugli sviluppi di un corner e regala un punto prezioso ai suoi.

Nel posticipo di ieri sera debutto con vittoria per Ronny Deila e il suo Vålerenga. Nella bella cornice dell’Ullevaal di Oslo fine 1-0 contro il Viking. Un’ottima prova per i capitolini che, nonostante il risultato, hanno creato parecchi grattacapi alla retroguardia dei rivali di Stavanger. Superlativa la prova di Bård Finne non solo autore del gol partita ma anche trascinatore e vero uomo in più per i rossoblu. Per l’attaccante esterno classe ’95 un ritorno con i fiocchi in terra natia dopo due stagioni in Germania (Colonia e Heidenheim). Sarà l’anno del salto in nazionale maggiore? Ma soprattutto sarà in grado di riportare il Vålerenga ai piani alti del calcio norvegese?

(fonte: eurosport.no)
Bård Finne trascina il Vålerenga

RISULTATI RUNDE 1

Kristiansund 0-1 Molde
Lillestrøm 2-1 Sandefjord
Strømsgodset 3-1 Haugesund
Sarpsborg 08 3-1 Sogndal
Stabæk 3-1 Aalesund
Tromsø 1-1 Brann
Rosenborg 3-0 Odd
Vålerenga 1-0 Viking.