Parte col piede giusto il rinnovato Everton di Carlo Ancelotti che nel posticipo domenicale della prima giornata della Premier League 20-21, passa sul campo del Tottenham grazie alla rete decisiva nella ripresa di Dominic Calvert-Lewin.

I Toffees si sono presentati all’avvio della nuova stagione schierando fin da subito i tre nuovi preziosi innesti voluti fortemente dall’ex allenatore del Napoli. Allan, Doucoure, ma soprattutto James Rodriguez, erano attesissimi dai tifosi dell’Everton in questo complicato esordio, e tutto sommato, hanno avuto un impatto discreto con la nuova maglia, in attesa di una condizione migliore che arriverà partita dopo partita, così come l’intesa con i compagni. Il gol che ha regalato il successo ai Toffees è però stato confezionato da due giocatori già presenti lo scorso anno: Lucas Digne e Dominic Calvert-Lewin. Il terzino francese ha regalato il suo dodicesimo assist da quando è arrivato in Inghilterra, il quinto per Calvert-Lewin. L’attaccante classe ’97, ha rotto un digiuno che durava ormai da ben 10 gare, dopo aver messo a segno 8 reti nelle precedenti 10. Una notizia importante per Carlo Ancelotti che fin dal suo arrivo a Goodison Park, ha dimostrato di tenere in grande considerazione il ragazzo di Sheffield, preferendolo spesso e volentieri al connazionale Moise Keane, entrato oggi nel finale di partita.

Per il Tottenham un debutto in campionato sicuramente rivedibile, nonostante una prima parte di gara buona, dove è mancato solo il gol anche per la bravura del portiere ospite Pickford. Gli acquisti di Doherty e Hojberg non sembrano bastare per poter aspirare quantomeno alla lotta per la Champions League, anche alla luce dei movimenti sul mercato delle rivali che almeno sulla carta, non consentono agli Spurs di avere grandi ambizioni di alta classifica. Il mercato deve ancora chiudersi, e probabilmente, dopo la gara di oggi, Josè Mourinho sarà costretto a chiedere alla proprietà altri investimenti per non rischiare di perdere subito terreno dalle posizioni che contano.