L’AZ Alkmaar non riesce proprio a strappare il successo in Eredivisie: con l’Ado den Haag incassa la quarta rimonta nel finale e inanella il 5° pareggio consecutivo. Situazione pessima per Slot che, dopo la trasferta di Napoli, ha dovuto far a meno di altri due giocatori per un totale di 15 bloccati dal COVID. Nonostante il turnover e l’esigenza di far giocare i giovani, i biancorossi riescono a mettere in difficoltà i gialloverdi ma crollano, come sempre, a pochi giri di orologio dal triplice fischio.

KRAMER STRONCA L’AZ: IL PAREGGIO ARRIVA, DI NUOVO, NEL FINALE

L’AZ continua a combattere contro i suoi fantasmi e contro il virus che sta decimando letteralmente la rosa: dopo l’impresa contro il Napoli con ben 13 giocatori out per coronavirus, contro l’Ado den Haag le cose non vanno meglio con altri 2 ragazzi indisponibili poichè positivi. Slot reinventa gli 11 in campo, puntando sul solito 4-3-3 con Gudmundsson al centro dell’attacco e De Wit posizionato nel suo ruolo da trequartista, dopo l’esperienza partenopea da punta centrale.

Il primo tempo è molto equilibrato con i padroni del Cars Jeans Stadion in difficoltà, ma pericolosi in contropiede: dopo qualche tentativo è Gudmundsson a sbloccare il match alla mezz’ora grazie ad un ottimo assist di De Wit. L’asse funziona benissimo ma, nella ripresa, è Van Ewijk a pareggiare colpendo perfettamente di testa sullo svolgersi di un calcio d’angolo. Disattenzione che arriva su calcio piazzato con la difesa che non riesce a coprire l’unico elemento che giunge da dietro sul secondo palo. L’AZ non si disunisce e prova un forcing che porta i suoi frutti con Karlsson che intercetta un maldestro passaggio di un difensore e vola in porta bucando il portiere sul suo palo. Sembra tutto andare per il verso giusto, ma il destino ha la beffa finale, come spesso accade ai biancorossi in Eredivisie: a soli 3 minuti dal 90′, Kramer supera Bizot siglando il definitivo 2-2.

5° pareggio di fila, 5 pari in 5 partite, 5 punti senza mai una vittoria: questi sono i numeri iniziali di un AZ Alkmaar che non riesce ad strappare un successo in campionato. Quarta rimonta nel finale che sottolinea la poca tenuta mentale della rosa, mutilata in tutti i reparti dal coronavirus: sono 15 i giocatori bloccati tra i quali spiccano Boadu, Clasie, Vlaar, Letschert e Druijf. I ragazzi stanno reagendo nel migliore dei modi con prestazioni buone ma con qualche errore di troppo che poi condanna la prestazione. Con il Napoli, la vittoria è stata fondamentale per non essere emarginati immediatamente dal girone con grande attenzione difensiva e un pizzico di fortuna. La buona sorte, al momento, è assente in Olanda con l’Ajax che vola insieme al Vitesse e con il Feyenoord e il Psv che si allontanano sempre di più rendendo difficile la corsa ad un nuovo posto in Champions o in Europa.