Nell’ultima giornata del Gruppo B la Germania sfidava il Camerun per strappare il pass alle semifinali della Confederations Cup; i campioni del mondo giocano una partita a basso ritmo, non corrono troppi rischi e puniscono quando ne hanno la possibilità. Il risultato è di tre a uno per i tedeschi che, grazie a questo successo, si prendono il primo posto del girone (grazie anche al passo falso del Cile contro l’Australia) ed ora sono pronti a sfidare il Messico nella semifinale del torneo. Quello di oggi è stata un match particolare per l’allenatore della Germania; Joachim Low, infatti, ha ottenuto la centesima vittoria sulla panchina della Nationalelf. Un risultato sicuramente importante ma quello che importava all’allenatore era passare il turno.

Low da cento ma ora vuole la lode

Conoscendo quando Low sia perfezionista e come sia attento ai dettagli, possiamo stare certi che non avrà affatto gradito il goal preso, in superiorità numerica, per una disattenzione di Marc-André ter Stegen (la Germania non è stata molto fortunata con la scelta dei portieri fino a questo momento). Il tecnico tedesco, però, può essere contento perché la sua nazionale è in semifinale ed ha dimostrato (ancora una volta) di voler vincere qualsiasi torneo in cui è protagonista. Per alzare la Confederations Cup mancano ancora due partite con il Messico primo ostacolo verso la gloria. La gara di oggi, inoltre, ha permesso a Low di raggiungere un record importante, quello delle cento vittorie sulla panchina della Germania. Il tecnico originario di Schönau im Schwarzwald (un piccolo comune, con status di città, del sudovest della Germania) non è abituato ad accontentarsi ed ora che ha ottenuto il cento vuole la lode.

Problema portieri

In vista della semifinale contro il Messico, Low dovrà risolvere un problema importante: chi schierare tra i pali? Dopo il disastro di Leno nella gara contro l’Australia, anche Ter Stegen ha dimostrato di non essere il massimo della sicurezza regalando il goal del due a uno al Camerun. Il terzo portiere è Trapp ma, molto probabilmente, contro i ragazzi di Osorio tornerà Leno. La speranza della Germania e di tutto il popolo tedesco è che gli errori siano finiti perché sbagliare ora potrebbe essere fatale.