Leverkusen, Roma, Werder Brema; il Borussia Monchengladbach chiude una settimana da favola. Tre vittorie che rilanciano le Fohlen in Europa League ma soprattutto confermano la voglia di Meisterschale. Oggi era un test importante perché bisognava rispondere alle vittorie delle avversarie e la pressione era tutta sui piedi dei ragazzi di Rose. Il Gladbach ci ha impiegato due minuti per indirizzare la gara per poi controllarla con qualche affanno di troppo ma questo fa parte del DNA della squadra incapace di controllare l’avversario per novanta minuti; l’importante, però, è il risultato e anche oggi è stato ottenuto. Merito di Herrmann, autore di una doppietta. Alla sosta il Borussia ha quattro punti di vantaggio su Lipsia e Bayern; un sogno che prosegue di settimana in settimana.

L’importanza di Patrick Herrmann

Uno dei giocatori tatticamente più importante nello scacchiere di Rose. Patrick Herrmann è fondamentale per lo sviluppo della manovra. La sua duttilità permette alla squadra di cambiare modulo a seconda dell’avversario e delle esigenze all’interno di un match. Oggi è partito largo nel 4-3-3; da esterno è in grado di creare la superiorità numerica e mostrare tutta la sua qualità come in occasione del primo goal. Herrmann può anche giocare come mezzala o trequartista grazie alla sua visione di gioco e a una capacità di inserimento che lo rendono letale per le difese avversarie. Nel Borussia Monchengladbach capolista si sta imponendo Thuram ma il vero uomo di cui Rose non può fare a meno è Herrmann. Duttilità, qualità, senso della posizione e la giusta dose di follia sono gli ingredienti di un giocatore che sta sognando insieme a una città intera.

Il Monchengladbach può vincere il Meisterschale? Difficile sbilanciarsi con un avversario come il Bayern Monaco ma i ragazzi di Rose stanno dimostrando di poter arrivare fino in fondo. Queste due settimane di pausa serviranno per ricaricare le batterie e recuperare qualche infortunato; al rientro dalla sosta si ricomincia a sognare.