Ante Budimir si sta prendendo la scena in Spagna a scapito di colleghi molto più rinomati e attesi di lui. Lo sta facendo dopo un paio d’anni di anonimato in cui si è ritrovato a giocare in Serie B italiana (con il Crotone) e in Segunda spagnola (proprio con il Mallorca). Il croato è il terminale offensivo di una squadra il cui unico obiettivo è quello di sopravvivere almeno un altro anno in Primera. Finora Ante Budimir ha realizzato 8 reti in Liga e fornito 2 assist, un record personale che rende la stagione corrente la migliore mai disputata.

Il numero 22 del Mallorca non aveva mai segnato così tanto in uno dei maggiori campionati europei e a 28 anni si ritrova inaspettatamente alle spalle dei campioni in classifica marcatori. Davanti a lui infatti si posizionano i soliti Messi, Benzema e Suarez, poi il Chimy Avila e Roger Martí a una sola rete di distanza. Il Mallorca, se dovesse terminare oggi la Liga sarebbe salvo, ma la strada è lunga e Budimir & co. si trovano esattamente a metà percorso con 18 punti conquistati.

Palma di Mallorca gli ha donato uno slancio diverso, concedendogli la fiducia giusta per segnare anche in Primera. Lui però lo scorso anno questa fiducia l’ha ampiamente meritata. Arrivato nell’isola a gennaio ha contribuito alla promozione in Liga segnando cinque gol e fornendo un assist. Il croato si è poi preso il cuore dei tifosi bermellones segnando il primo dei tre gol della pazzesca remuntada nella finale play-off contro il Deportivo La Coruña (2-0 al Riazor; 3-0 a Son Moix).

Sono bastati quei 6 mesi per restituirgli un nome, ma lui ha scelto di restare a Mallorca e l’approccio in Liga non è stato poi troppo male. Ha segnato un terzo delle reti realizzate dalla sua squadra, mantenendo una media di quasi un gol ogni due gare. Se a fine stagione Palma e Budimir festeggeranno la salvezza, una grossa fetta del merito sarà proprio del croato. I suoi otto gol non sono però ben distribuiti: tre doppiette con Getafe, Barça e Valencia e una rete contro Espanyol e Celta Vigo. Il dato più significativo è che cinque di queste otto Budimir le ha realizzate nelle ultime tre gare, aggiungendo ben due assist.

Il croato, dopo lo sfortunato trasferimento alla Sampdoria e il ritorno al Crotone in B, si è finalmente ritrovato in una piazza che lo rispetta e crede molto in lui.