Dopo aver analizzato la top undici della Premier League, andiamo a scoprire i peggiori undici del campionato inglese dopo tre quarti di stagione.

Premier League, i peggiori undici della stagione

Fabianski

Una delle delusioni di questa stagione è sicuramente il West Ham a forte rischio retrocessione; gli acquisti estivi non hanno aiutato e la squadra fatica a trovare una vera e propria identità di gioco. Il reparto più in difficoltà è senza dubbio la difesa con Fabianski incapace di dare sicurezza alla retroguardia; cinquanta goal subiti sono decisamente troppi e rischiano di compromettere l’obiettivo salvezza.

Masina

Vecchia conoscenza del calcio italiano (ha giocato con la maglia del Bologna), la sua esperienza al Watford non sta andando secondo le aspettative; Masina, terzino di spinta, è in difficoltà come tutta la squadra. Costantemente in crisi quando viene attaccato e incapace di dare il suo contributo quando si propone.

Ogbonna

Torniamo al West Ham dove, un altro responsabile dell crisi Hammers, è Ogbonna; l’ex centrale di Juventus e Torino sta vivendo la sua peggior stagione caratterizzata da costanti errori. La squadra di certo non riesce ad aiutarlo ma il classe 1988, tra diagonali sbagliate e marcature in ritardo, non riesce ad alzare il livello delle prestazioni.

Sanchez

Il secondo centrale di questa speciale formazione è Sanchez, difensore del Tottenham; gli Spurs, dopo la stagione scorsa con il raggiungimento della finale di Champions, hanno trovato mille difficoltà tra il cambio di allenatore, i numerosi infortuni e la cessione di Eriksen. Uno dei giocatori più in crisi è Sanchez autore di una serie di prestazioni decisamente sotto tono

David Luiz

L’ultimo difensore è David Luiz; l’Arsenal, nonostante una stagione tra alti e bassi, è solo a tre punti dal sesto posto valido per la qualificazione alla prossima Europa League. Il club è in ripresa ma uno dei giocatori che non riesce a trovare continuità di prestazioni è David Luiz; l’ex Chelsea, infatti, alterna buone prestazioni a gare in cui sparisce completamente. In questa stagione sono stati più i match da cinque che quelli da otto in pagella.

André Gomes

Apriamo il centrocampo con una grande delusione di questa Premier League, André Gomes; il centrocampista dell’Everton ha iniziato male la stagione e, nonostante la squadra sia rinata con l’arrivo di Ancelotti, fatica a trovare la via per imporsi ad un certo livello. Arrivato dal Barcellona per mostrare le sue qualità, l’avventura in Inghilterra non sta andando per il meglio.

Ozil

Tra le delusioni troviamo un nome importante, quello di Mesut Ozil; il fantasista dell’Arsenal ha tutte le caratteristiche per essere uno dei migliori nel suo ruolo ma un problema, a livello caratteriale, gli impedisce di imporsi ad un certo livello. Troppe partite disputate sotto tono da un giocatore che dovrebbe trascinare i Gunners sotto tutti i punti di vista.

Ndombele

Torniamo in casa Tottenham dove troviamo Ndombele, centrocampista più pagato nella storia del club inglese. Gli Spurs, visti i sessantadue milioni di euro (più dieci di bonus) spesi per acquistarlo dal Lione, si aspettavano un rendimento diverso. Doveva essere l’uomo in più nel centrocampo del Tottenham, si è rivelato un vero e proprio flop; avrà sicuramente modo di rifarsi vista la sua giovane età.

Antonio-Haller

Due terzi del reparto offensivo sono occupati da Antonio e Haller, giocatori del West Ham; il primo, grazie alla sua duttilità, può giocare su entrambe le fasce offensive e come terzino destro. In questa stagione sta venendo meno nelle sua caratteristica principale, gli inserimenti ed è molto confusionario. L’attaccante, prelevato in estate dall’Eintracht Francoforte, ha realizzato sette goal; bottino troppo povero per l’obiettivo salvezza degli Hammers e viste le aspettative intorno a un giocatore capace di incantare nella scorsa stagione con la maglia delle Adler.

Pépé

Chiudiamo il tridente delle delusioni con Nicolas Pépé, acquistato in estate dall’Arsenal per una cifra vicina agli ottanta milioni di euro. Cifra importante per un giocatore di talento ma che, fino a questo momento, non è riuscito a dimostrare con continuità tutto il suo potenziale.

Ricapitolando, ecco la flop undici della Premier League: Fabianski; Masina, Ogbonna, Sanchez, David Luiz; André Gomes, Ozil, Ndombele; Antonio, Haller, Pépé.