Questa sera il Bayern Monaco scenderà in campo per giocarsi il primo trofeo stagionale, la Supercoppa Europea. Alla Puskas Arena di Budapest i bavaresi affronteranno il Siviglia. I ragazzi di Flick, dopo aver conquistato la Champions League, vogliono alzare un trofeo con cui non hanno mai avuto un grande rapporto. Delle quattro finali disputate, infatti, solo una è stata vinta mentre in tre occasioni è arrivata la sconfitta. In attesa di capire come andrà questo nuovo capitolo, andiamo a ripercorrere la storia del club tedesco nella Supercoppa Europea.

Bayern Monaco, bilancio negativo

La prima finale, quando la competizione si chiamava Supercoppa Uefa, è stata disputata nel 1975 e vedeva il Bayern Monaco, vincitore della Coppa dei Campioni, affrontare la Dinamo Kiev che aveva alzato la Coppa delle Coppe. La formula prevedeva il confronto andata-ritorno e ha avuto, come unico protagonista, Blochin; l’attaccante, con tre goal in due match, ha permesso al club sovietico di alzare il trofeo.

L’anno successivo, nel 1976, il Bayern Monaco avrà l’occasione di riscattarsi; i bavaresi, dopo aver alzato ancora una volta la Coppa dei Campioni, affrontava l’Anderlecht vincitore della Coppa delle Coppe. Il club tedesco si aggiudica la gara di andata, per due a uno, grazie ad una doppietta di Gerd Müller; l’attaccante segnerà anche al ritorno ma la squadra belga, grazie ad una grandissima prestazione, vince quattro a uno e si porta a casa il trofeo.

La Supercoppa Europea continua a rivelarsi una vera e propria maledizione per il Bayern Monaco nel 2001; i bavaresi, vincitori della Champions League, affrontano il Liverpool che aveva alzato la Coppa Uefa. Allo Stadio Louis II di Monaco la partita è spettacolare con i Reds che, nel giro di ventitré minuti, realizzano tre goal. Ai ragazzi di Ottmar Hitzfeld non basta un gran secondo tempo per evitare la sconfitta.

La storia del Bayern in questa competizione è cambiata nel modo più incredibile; siamo nel 2013 e i bavaresi, vincitori della Champions, affrontano il Chelsea in grado di imporsi in Europa League. Allo Stadion Eden di Praga i riflettori erano su due maestri del calcio come Guardiola e Mourinho; sul campo lo spettacolo non è mancato con i Blues ad un passo dal successo. Lampard e compagni, infatti, si sono fatti riprendere al centoventunesimo dalla rete di Martínez che ha portato la sfida sul due a due. Dal dischetto l’errore di Lukaku ha permesso al Bayern di alzare il trofeo.

Il club tedesco, dopo tre sconfitte consecutive, cerca il secondo successo in fila; per farlo, però, bisognerà superare il Siviglia.