Dal campo alla panchina, passando per il cuore di migliaia di tifosi: la nuova vita calcistica di Steven Gerrard e Frank Lampard riparte da un ruolo del tutto inedito, quello di allenatore alle prime armi. Se vi avevamo già parlato del matrimonio Gerrard-Rangers, il debutto di Lampard sulla panchina del Derby County è una notizia che impazza soltanto da pochi giorni, ma che sembra aver già riaperto le porte alla rinascita della figura del manager inglese.

Già, perché soprattutto in Premier League è clamorosa l’assenza di allenatori nati nel regno di sua maestà, soprattutto per quanto riguarda le prime della classe. Italiani, sudamericani, iberici e tedeschi hanno preso il posto della vecchia classe di manager inglesi, rilegati a ruolo di sostituti in caso di emergenza, come i vari Allardyce e Pardew chiamati quasi esclusivamente per risollevare le sorti di una squadra a stagione in corso.

Quella inaugurata da Gerrard e Lampard potrebbe rivelarsi la strada giusta per dare nuova luce a questa figura quasi del tutto scomparsa a causa dei suoi metodi  troppo statici e decisamente poco consoni alla velocissima evoluzione che ha subito il calcio negli ultimi anni: la mancata presenza a tutti gli allenamenti, l’uso di schemi troppo rigidi e il rifiuto di voler guardare avanti hanno portato le squadre inglesi a preferire un nuovo tipo di allenatore, più dinamico e visionario, capace di impiantare anche in un campionato fortemente conservatore come la Premier League un certo tipo di idee che alla fine si è rivelato vincente, come nel caso di Pep Guardiola che con il suo Manchester City è riuscito a far innamorare anche i più tradizionalisti.

Sarà proprio questo l’obiettivo per cui le due grandi ex colonne della nazionale inglese dovranno lavorare già a partire dal loro primo giorno in panchina, sfruttando anche il fatto di trovarsi in piazze prestigiose, che hanno voglia di tornare grandi come un tempo e già totalmente rapite dall’arrivo di due personalità così importanti, forse le uniche capaci di risollevare due nobili decadute come Rangers e Derby.

Il loro futuro però è ancora incerto: trionfare con le rispettive squadre metterebbe sotto i riflettori Gerrard e Lampard in una veste diversa e quasi rivoluzionaria, che potrebbe spingere tanti ex compagni di squadra a intraprendere questa nuova carriera per formare una nuova classe manageriale inglese capace di riconquistarsi la grande fama di un tempo.