Dopo i quarti di finale di Coppa d’Austria che hanno portato in semifinale due squadre di Erste Liga riparte anche questa avvincente Bundesliga finalmente non più scontata come in passato e subito con la gara più attesa dell’anno. Red Bull Salisburgo e Lask Linz si sfideranno questa sera alle 19 alla Red Bull Arena per un vero e prorpio spareggio anticipato per il titolo. È vero che la stagione è ancora lunga, ma una vittoria bianconera darebbe al campionato una nuova capolista. Tutto questo basterebbe ad attendere con ansia la sfida, ma questo ultimo mercato ha probabilmente accorciato ancora di più la distanza tra le due squadre. I campioni in carica hanno vissuto un gennaio molto florido dal punto di vista delle entrate, ma la tifoseria ha strorto parecchio il naso perché le entrate sono state ridotte al minimo. Gli addii di Minamino e di Håland sono pesantissimi e il centravanti norvegese, che già sta spopolando in quel di Dortmund, a sorpresa non verrà rimpiazzato dal bosniaco Prevljak che è stato inspiegabilmente prestato all’Eupen in Belgio. Al loro posto è stato acquistato allo scadere del mercato solo Noah Okafor, oltre che il richiamo di Mergim Berisha dal prestito all’Altach, promettente esterno del Basilea ma che di certo non sembra bastare per rimpiazzare le pesanti partenze. Ma non solo in attacco l’RBS deve correre ai ripari, ma anche in difesa dovrà fare a meno di Pongračić passato al Wolfsburg. Marsch già da dicembre ha cambiato modo giocare quando aveva capito i probabili addii ed è passato dalla difesa a quattro con trequartista a un 3-5-2 con Ramalho, Wöber e Onguene in difesa e in attacco spazio quasi obbligato per Daka e Hwang.


Il Lask Linz invece ha voluto mantenere in blocco la squadra migliorandola a centrocampo prendendo Balić dal Sankt Pölten regalandosi un’ottima alternativa sulla destra. Ismaël sta facendo un grandissimo lavoro con il suo 3-4-3 che ha portato la squadra anche ai sedicesimi di finale di Europa League come prima in classifica. Goiginger è sempre l’arma in più sulla destra e la società è stata bravissima a resistere alle avance di Southampton e Borussia Mönchengladbach. Da segnalare anche un’altra importante non cessione come quella di Raguz, accostato anche al Torino. Il 2020 è iniziato alla grande con il 2-0 sullo Sturm Graz e la qualificazione alla semifinale di Coppa d’Austria ha dato grande carica in vista della delicatissima sfida di questa sera. Ancora senza il regista Michorl sarà il giovane Haudum a sostituirlo con ogni probabilità, mentre la fascia sinistra sarà super offensiva con Frieser a completare il tridente e Renner arretrato a centrocampo.
Questa sera la sfida è aperta a ogni possibile risultato e la Red Bull Arena si mette l’abito delle grandi occasioni che fino a questo momento si era visto solo in Europa. Alla vigilia della partita erano stati staccati oltre diciassettemila biglietti e non sorprenderebbe il tutto esaurito grazie anche alla nutritissima presenza di tifosi da Linz. Il calcio austriaco sta vivendo il suo miglior momento nell’epoca moderna e la gara di stasera sarà sicuramente un bellissimo spot.