Per alcuni l’attacco è la miglior difesa, per altri il contrario. C’è chi vede un gioco più “difensivo” come qualcosa di esteticamente meno bello, c’è chi ci vede invece un’ affascinante filosofia. Nel corso delle ultime 10 stagioni di Premier, solamente 3 squadre vincitrici hanno concluso il proprio cammino con meno di 25 gol subiti. C’è un evidente distacco tra le difese pre 2010/11 – con squadre che subivano meno gol- e post: un’evoluzione, in questo caso nel calcio inglese, che ci ha portato alle linee difensive che conosciamo tutt’ora.
Ecco elencate dunque le migliori 5 retroguardie della Premier League.

LIVERPOOL 18/19 – Robertson, Matip, van Dijk, Alexander Arnold

Il Liverpool di Jurgen Klopp, vincitore della Champions League ma non della Premier. Il campionato, conclusosi con la vittoria da parte del City ha visto un’entusiasmante battaglia fino all’ultima giornata. Citizens primi con soli 23 gol subiti e Reds al secondo posto, con in tasca la soddisfazione di avere avuto la miglior difesa. Sole 22 le reti subite per una retroguardia ormai diventata iconica in questi ultimi anni. Nonostante il secondo posto, Klopp riuscì a riportare la Champions a Liverpool dopo 14 anni dalla vittoria a Istanbul di Benitez. Robertson – Matip – Van Dijk – Alexander Arnold rimane tutt’ora uno dei migliori quartetti difensivi in circolazione.

Premier League

CHELSEA 2005/06 – Ferreira, Terry, Carvalho, Gallas

Una lineup difensiva pazzesca e secondo alcuni anche la migliore della storia del Chelsea. Erano i Blues targati Josè Mourinho, con una vera e propria fortezza come difesa. Soli 22 gol subiti quell’anno, con l’Arsenal seconda che ne incassò ben 36. Un Chelsea da opera d’arte, un Chelsea creato ad hoc da Mourinho: un mago delle strategie difensive che portò a Stamford Bridge, nell’arco di 3 stagioni , 2 campionati , 2 coppe di Lega, 1 d’Inghilterra e una Supercoppa inglese.

MANCHESTER UNITED 2007/08 – Brown, Vidic, Ferdinand, Evra

38 gare, 22 reti concesse. Una delle squadre più forti di sempre, targata Alex Ferguson. Un attacco composto da Tevez, Ronaldo e Rooney che mise a segno ben 80 gol, 15 in più del Chelsea secondo classificato. Ma la difesa fu sensazionale, soprattutto perché dovette far fronte all’assenza di Gary Neville. Ferguson concluse la stagione nel migliore dei modi: Premier, Community Shield e Champions League. What else?

ARSENAL 1998/99 – Dixon, Adams, Keown, Winterburn

Nella 101esima stagione di un’Arsenal targata Arsène Wenger, i Gunners incassarono solo 17 gol in 38 partite. Fu tuttavia una stagione deludente, conclusasi al secondo posto dietro lo United e con la finale di Community Shield persa proprio contro i Red Devils. Ciò non toglie una preparatissima difesa composta da leggende dell’Arsenal e del calcio inglese: Dixon e Tony Adams per esempio, insieme a Winterburn e Keown.

CHELSEA 2004/2005 – Ferreira, Terry, Carvalho, Gallas

Al primo posto di questa classifica torna il Chelsea. Torna Josè Mourinho, che nella stagione 2004/05 costruì una squadra capace di subire sole 15 reti in 38 match. 25 clean sheets, 5 gol incassati in casa e i tabloid inglesi che offrirono ben 10,000 sterline al primo giocatore capace di segnare un gol contro i Blues nella stagione successiva. Linea difensiva? La stessa dell’anno dopo. Ferreira, Terry, Carvalho e Gallas. Anti-calcio? Brutto esteticamente? Per alcuni sì, ma i trofei di quegli anni parlano chiaro e quel Chelsea è diventato ormai storia.