La prima volta non si scorda mai, e per la Macedonia Under 21 l’Europeo di categoria in Polonia sarà l’esordio assoluto nella competizione. Un risultato quasi miracoloso quello della selezione guidata dal giovane tecnico Blagoja Milevski che in tre anni ha svolto uno splendido lavoro con questi ragazzi.

Un progetto iniziato a Settembre 2014, quando la Macedonia finì le qualificazioni ad Euro U21 all’ultimo posto nel girone, con appena una vittoria. Milevski prese il posto di Babunski e iniziò un percorso trionfale culminato con la vittoria del girone; un raggruppamento tutt’altro che semplice visto che la Macedonia è riuscita ad arrivare davanti ad una Francia piena di talento.

La Macedonia, però, non è da meno e da quel punto bassissimo di tre anni fa è riuscita a riprendersi vincendo alla grande il Gruppo 3 con appena una sconfitta, subita contro l’Islanda. Tanti pregi per una squadra di talento, ma anche qualche piccolo difetto soprattutto in fase difensiva. I macedoni, però, hanno già vinto il loro Europeo arrivando alla fase finale dove affronterà Serbia, Portogallo e Spagna. Un gruppo ostico, dove però la Macedonia cercherà di non sfigurare.

Un nome su tutti da tenere sott’occhio? Kire Markoski, ala destra classe 1995 in forza al Rabotnicki e già nel giro della nazionale maggiore. Un esterno rapido nonostante l’altezza (1.80) che ha sorpreso tutti durante le qualificazioni mettendo a segno cinque gol. Le speranze di qualificazioni sono riposte in lui, ma anche nel coetaneo Radeski attaccante del Shkendija.

Ricca la colonia di giocatori del Vardar, ex squadra allenata dal CT Milevski, ma c’è anche una vecchia conoscenza del calcio italiano. Si tratta di Filip Pivkovski, attaccante classe 1994 con un passato al Novara e adesso in forza al Landskrona. Un’altra storia interessante è quella di David Babunski, centrocampista offensivo cresciuto nella Masia del Barcellona e adesso finito in Giappone agli Yokohama Marinos.

Ultimo nome, ma non per importanza, da tenere annotato sul proprio taccuino è quello di Nikola Gjorgjev. Si tratta di una mezzala destra classe 1997, di origini svizzere ma naturalizzato macedone e in forza al Grasshoppers. Un giocatore che può diventare la sorpresa della competizione: nonostante la giovane età, ha già collezionato cinque presenze nella nazionale maggiore e nel club è diventato titolare inamovibile, giocando (e segnando due gol) anche in Europa League.

 

PORTIERI
ALEKSOVSKI Igor (24 Febbraio 1995) Vardar (Macedonia)
SHISHKOVSKI Damian (18 Marzo 1995) Rabotnicki (MCK)
ILIKJ Filip (26 Gennaio 1997) Gandzar (Armenia)

DIFENSORI
POPZLATANOV Jovan (6 Luglio 1996) Pelister (Macedonia)
MUSLIU Visar (13 Novembre 1994) Vardar (MCK)
ZAJKOV Gjoko (19 Febbraio 1995) Charleroi (Belgio)
AMANOVIC Aleksa (24 Ottobre 1996) Javor (Serbia)
VELKOVSKI Darko (21 Giugno 1995) Vardar (Macedonia)
BEJTULLAI Egzon (7 Gennaio 1994) Shkendija (MCK)
DEMIRI Besir (1 Agosto 1994) Vardar (MCK)
MURATI Mevlan (5 Marzo 1994) Shkendija (MCK)

CENTROCAMPISTI
ELMAS Elif (27 Settembre 1999) Rabotnicki (Macedonia)
BARDHI Enis (2 Luglio 1995) Ujpest (Ungheria)
NIKOLOV Boban (28 Luglio 1994) Vardar (Macedonia)
BABUNSKI David (1 Marzo 1994) Yokohama F.Marinos (Giappone)
AVRAMOVSKI Daniel (20 Febbraio 1995) Olimpija (Slovenia)
MARKOSKI Kire (20 Maggio 1995) Rabotnicki (Macedonia)
KOSTADINOV Tihomir (4 Marzo 1996) Vion (Slovacchia)
GJORGJEV Nikola (22 Agosto 1997) Grasshopper (Svizzera)

ATTACCANTI
RADESKI Marjan (10 Febbraio 1995) Shkendija (Macedonia)
PETKOVSKI Petar (3 Gennaio 1997) Vardar (Macedonia)
ANGELOV Viktor (27 Marzo 1994) Ujpest (Ungheria)
PIVKOVSKI Filip (31 Gennaio 1994) Landskrona (Svezia)