Il Manchester United ritrova la vittoria; certo, l’avversario non era di primissimo livello ma un successo, visto il momento dei Red Devils, è sempre una notizia. I ragazzi di Solskjær erano reduci dalla brutta sconfitta interna in Premier League contro il Burnley e l’ambiente, piuttosto pesante, intorno a Martial e compagni rischiava di compromettere una trasferta fondamentale in una stagione complicata. Al Prenton Park, contro il Tranmere (squadra della Football League One, la terza divisione del campionato inglese) bisognava obbligatoriamente vincere e, soprattutto, convincere. Il Manchester United ci è riuscito con una prova da analizzare in modo approfondito. Il lato positivo sono sicuramente i sei goal realizzati mentre l’altra faccia della medaglia riguarda una fase difensiva che anche oggi ha sofferto gli attacchi avversari. Vincono i Red Devils e proseguono la loro avventura in FA Cup, la via (forse) più semplice per portarsi a casa un trofeo.

Manchester United, prosegue il cammino

Solskjær aveva bisogno di vittoria per tranquillizzare l’ambiente e avere un minimo di respiro post Burnley. Il successo è arrivato, la prestazione anche ma resta la sensazione di novanta minuti diversi all’interno di una stagione dannatamente complicata. Sbagliare oggi, contro un avversario nettamente inferiore, avrebbe portato decisioni drastiche per quanto riguarda la guida tecnica. Lo United ha calmato le acque ma il sei a zero contro il modesto Tranmere non è sufficiente; bisogna dare continuità di risultati a partire dalla sfida di mercoledì prossimo in Carabao Cup. Servirà un miracolo per ribaltare l’uno a tre subito a Old Trafford ma servirà dare tutto (specie nella prestazione) per riavvicinare i tifosi a un progetto che, onestamente, non sembra mai partito del tutto.

A livello di obiettivi inutile dire che la FA Cup deve essere il pensiero fisso per il Manchester United; alzare un trofeo regalerebbe una chance, seppur minima,a Solskjær di continuare sulla panchina dei Red Devils.