Il sorteggio dell’urna di Nyon, ha regalato all’Europa League una sfida molto interessante. Ai francesi del Saint Etienne infatti, toccherà incontrare la squadra più temuta della competizione: il Manchester United. Gli inglesi, guidati da Mourinho, dispongono senza dubbio della rosa con più qualità in assoulto, ma la discreta esperienza europea dell’ASSE non è da sottovalutare. Tra le tante interessanti sfide-nelle-sfide che vedremo in campo, una su tutte spicca sulle altre. Manchester United-Saint Etienne sarà infatti l’occasione per i fratelli Pogba di incontrarsi nuovamente sui campi di calcio. Molto uniti nella vita, i due non hanno ancora avuto modo di incontrarsi dal momento in cui entrambi sono diventati professionisti. Paul, ha giocato soltanto per Juventus e Manchester United, all’età di 23 anni. Florentin invece, più vecchio di 3 anni rispetto al fratello, ha giocato in Ligue 1 con la sola maglia del Saint Etienne.

Senza dubbio, la stra grande maggioranza del popolo conosce molto meglio Paul di Florentin. I due sono stati immortalati più volte nell’ambito Juventus, in occasione di qualche trofeo vinto dall’ex centrocampista bianconero. In particolare, si diffuse una foto in cui anche Antonio Conte sorrideva vicino ai due, ed al terzo fratello Mathias, ora in forza allo Sparta Rotterdam. Questo sta a dimostrazione della grande unione che caratterizza la famiglia Pogba. Paul, a dirla tutta, non è ancora entrato nel cuore dei tifosi dello United. Ovviamente, gli inglesi sanno cosa il centrocampista francese possa dare, ma nonostante ciò, non è ancora del tutto esploso. Sopra di lui pesa la gigantesca cifra spesa dal club inglese per assicurarsi le sue prestazioni. Proprio questo acquisto era stato da molti criticato, non tanto per la scelta del giocatore, quanto per il fatto che Paul era cresciuto nelle giovanili del club, salvo poi essere scaricato in Italia.

Utilizzato in varie posizioni da Josè Mourinho, da lui ci si attende un miglioramento ulteriore delle prestazioni (peraltro già non più negative come ad ottobre). In mediana sembra perdere creatività, ma allo stesso tempo, se messo sulla trequarti, sembra non integrarsi nelle manovre offensive dei Red Devils, orchestrate da Zlatan Ibrahimovic. Meno volte è stato testato da centrocampista centrale, ma in quella posizione sembrano essere Ander Herrera ed il discusso Marouane Fellaini a giocarsi il posto partita dopo partita. L’Europa League non è di certo la competizione adatta per un club dal blasone del Manchester United, nè tanto meno per un atteso ed ammirato talento come quello di Paul Pogba. Ma quest’anno tocca adattarsi, e per fare bene, tocca battere il Saint Etienne del fratello Florentin.

Passiamo ora al capitolo dedicato al difensore centrale del Saint Etienne. Florentin, a 26 anni, è ormai quasi una bandiera dell’ASSE. La società francese infatti lo vede girare per il centro d’allenamento da ormai 4 anni, ed in tutto questo tempo, nonostante il livello delle sue prestazioni è sempre stato più che buono, lui non è mai sembrato interessato ad un trasferimento. La grande differenza con il fratello Paul, oltre che al ruolo in campo, è il fatto che lui ha deciso di giocare per la nazionale africana di cui la famiglia è originaria: la Guinea. Consapevole dell’impossibilità di raggiungere grandi obbiettivi a causa di questa scelta, è già il capitano ed uno dei giocatori più forti di tutta la selezione, popolata per la maggior parte da calciatori militanti nella prima divisione francese. A lui spetterà probabilmente il compito di marcare una leggenda come Zlatan Ibrahimovic nel doppio scontro dei sedicesimi di Europa League. Chissà che, se dovesse fare una bella figura, non si possa muovere qualche club di Premier League per il suo tesseramento…

Nella speranza di poter assistere a due sfide “top” nel mese di febbraio, immaginiamo i messaggi che Florentin e Paul si saranno già mandati, in vista di questa sfida molto più interessante dell’apparenza.