Bentornati all’ormai tradizionale appuntamento con la presentazione dell’imminente giornata di Liga, la ventiquattresima, in cui spicca il big match tra Atletico Madrid e Barcellona, Liga che nelle ultime due settimane ha visto riaprirsi due lotte importanti come quella per il titolo con il Real Madrid che nella sera di mercoledì è stato sconfitto dal Valencia e quella della salvezza con Sporting Gijon e Granada che si sono avvicinati sensibilmente al diciassettesimo posto.

Il programma inizia, come sempre, con la partita del venerdì sera che vedrà contrapposte il Las Palmas padrone di casa e la Real Sociedad, entrambe le squadre arrivano da una sconfitta, i canari addirittura da tre consecutive, e hanno voglia di riprendere a guadagnare punti, i primi per continuare una stagione che fino a queste ultime partite era risultata molto positiva sia dal punto di vista dei punti sia da quello del gioco, i secondi perché vogliono continuare la rincorsa verso lo zona Champions League distante ora 4 punti.

Il sabato inizia con il Valencia, fresco vincitore della sfida infrasettimanale contro il Real Madrid portando a 10 i punti di vantaggio sul terzultimo posto, impegnato sul campo di un Alaves che nell’ultimo turno ha espugnato il campo del Deportivo la Coruna. Il programma prosegue con Betis-Siviglia, un derby sempre molto atteso con due squadre dagli obiettivi diametralmente opposti, i Verdiblancos, con una partita ancora da recuperare, si trovano a 8 punti di vantaggio sul terzultimo posto mentre la squadra di Sampaoli, grazie alle ultime due vittorie in campionato, arriva a questa sfida con la consapevolezza di poter continuare a tenere il passo di Barcellona e Real Madrid con il morale in crescita grazie anche alla vittoria in Champions League contro il Leicester.

La terza partita del sabato sarà tra Leganes e Deportivo la Coruna, una partita per cuori forti viste le posizioni in classifica delle due squadre, il Leganes è fermo a 18 punti da ormai 4 giornate e deve guardarsi le spalle perchè Sporting Gijon e Granada hanno recuperato molti punti mentre il Deportivo ha 19 punti con una partita da recuperare. Chiude il sabato di Liga Eibar-Malaga con i padroni di casa che nello scorso turno hanno visto interrompersi a tre le vittorie consecutive a causa della sconfitta contro il Siviglia mentre i Boquerones sono finalmente tornati a vincere nello scorso weekend contro il Las Palmas.

L’Espanyol apre tra le mura amiche la domenica di Liga ospitando un Osasuna che nelle ultime giornate ha visto staccarsi in classifica sia lo Sporting Gijon sia il Granada che ora distano 6 punti mentre la zona salvezza è lontana 8 punti. Nel pomeriggio andrà in scena il vero big match della 24esima giornata di Liga con l’Atletico Madrid che ospita al Vicente Calderon il Barcellona, per i Colchoneros c’è l’opportunità, in caso di vittoria, di portare a soli tre punti il distacco che li divide da un Barcellona che vuole a tutti i costi sfruttare la sconfitta del Real contro il Valencia per tenere il passo e continuare a mettere pressione alle Merengues. Si prosegue con Athletic Club-Granada, i baschi, dopo l’impegno in Europa League in casa dell’APOEL vogliono subito riscattare la sconfitta del Mestalla dello scorso weekend mentre i Rojiblancos, dopo aver vinto due delle ultime tre partite di Liga, sperano di proseguire in questo buon momento di forma continuando a portare a casa punti preziosissimi per la lotta salvezza.

Due partite chiudono sia la domenica di Liga che ovviamente la 24esima giornata giocando in contemporanea,  si inizia con il Celta Vigo, impegnato in settimana sul campo dello Shakhtar Donetsk, che farà visita ad uno Sporting Gijon che, come per il Granada, vuole continuare ad avvicinare, se non addirittura raggiungere, la zona salvezza mentre nell’altra partita il Villareal, anch’essa impegnata in Europa League, vorrà mantenere se non aumentare i punti di vantaggio sulle inseguitrici in classifica per un posto in Europa, di contro un Real Madrid, reduce dalla sconfitta contro il Valencia che ha riaperto la Liga, andrà a giocare su un campo sempre molto ostico e non dovrà sbagliare davvero nulla per evitare di alimentare ulteriormente i sogni di titolo di Barcellona e Siviglia.