Turno infrasettimanale, ma la musica non cambia in Eredivisie con il Psv vincente contro l’Excelsior: al Philips Stadion è sufficiente una realizzazione di Lozano che raggiunge quota 13 realizzazioni in campionato, conquistando la vetta della classifica marcatori in attesa di Berghuis in campo, domani, contro il Groningen. Il primato resta saldo e l’Ajax a debita distanza grazie al 7° risultato utile consecutivo per gli uomini di Cocu. L’AZ si impone, a valanga, sul Twente che capitola nel finale con 3 gol subiti in pieno recupero: il club di Enschede, in 10 nel secondo tempo, regge l’urto degli ospiti fino al 90: Van den Brom deve ringraziare una doppietta di Weghorst e Jahanbakhsh.

LOZANO CAPOCANNONIERE E PSV SEMPRE PRIMO

Il Psv non rallenta la sua marcia e si conferma primo in Eredivisie archiviando anche la pratica Excelsior: 1-0 al Philips Stadion che permette a Cocu di festeggiare il 6° successo consecutivo e il 7° risultato utile di fila. Grandi numeri per la compagine di Eindhoven che sembra non trovare ostacoli sul suo cammino verso il titolo. In un match ostico e con pochi spunti, a decidere l’incontro è Lozano, dopo un quarto d’ora del primo tempo: De Jong non punge da finalizzatore ma come rifinitore, regalando al collega un assist vincente. Il messicano vola in classifica marcatori con il 13° centro in campionato: primato tra i realizzatori del torneo in attesa della risposta di Berghuis, impegnato domani nella sfida contro il Groningen. Il Psv conferma il secondo migliore attacco della competizione con 58 reti in 22 match e con una difesa sempre più solida: nelle ultime 3 uscite, Zoet non ha dovuto mai raccogliere un pallone nella sua porta, per la gioia del tecnico che sta puntellando uno dei punti deboli della sua rosa. I Boren festeggiano il 19° successo in campionato (un pareggio e 2 ko): questi numeri sono da grande squadra e il titolo è sempre più vicino.

AZ A VALANGA: 4-0 FIRMATO WEGHORST E JAHANBAKHSH

L’AZ accorcia temporaneamente il gap dall’Ajax e liquida, con un sonoro 4-0, il Twente: ad Enschede, i Tukkers si trovano in svantaggio dopo appena 10 minuti, ma reggono fino al 90′ nonostante un’espulsione rimediata nel secondo tempo. I crollo arriva nei minuti di recupero nei quali, gli ospiti, realizzano ben 3 reti rendendo il passivo estremamente pesante. I mattatori della serata sono i due attaccanti Weghorst e Jahanbakhsh che mettono a segno una doppietta a testa: l’iraniano apre e chiude e giochi mentre l’olandese riempie con i due gol centrali. L’ex N.E.C., con queste marcature, sale a quota 10 in Eredivisie andando ad agganciare il centrocampista del Psv, Van Ginkel: Jahanbakhsh, oltre ad esultare per i gol può godersi anche un assist vincente. Weghorst, invece, è al quarto gol in 3 partite, considerando il match di KNVB Beker contro lo Zwolle: anche per lui le reti in campionato diventano 10 come il compagno di squadra e reparto. Autore di un ottimo secondo tempo è Seuntjens, subentrato al 48′ a Til e autore di due suggerimenti vincenti per il 3-0 e 4-0. Il Twente cede proprio nel finale con le reti subite all’89’, al 91′ e al 93′: terzo ko consecutivo e salvezza sempre più a rischio con la penultima posizione momentanea. Se Roda o Breda dovessero portare a casa dei punti, i Tukkers si troverebbero in una situazione scomodissima che minerebbe serieamente la permanenza in Eredivisie.