Il passaggio di Harry Maguire al Manchester United ha inevitabilmente destato curiosità anche attorno alla figura di Brendan Rodgers, chiamato a trovare una soluzione di emergenza per il Leicester, costretto a dire addio al suo miglior difensore proprio negli ultimi giorni del calciomercato. E per fortuna delle Foxes Çağlar Söyüncü ha saputo rispondere alla grande alla chiamata del suo allenatore.

Già, perché puntare sul giocatore turco sembrava la scelta più azzardata di tutte soprattutto all’esordio con il Wolverhampton, squadra che poteva far male alla difesa ancora non perfetta del Leicester. Söyüncü di certo non era fra i più esperti e neanche fra i più amati dalla tifoseria: arrivato in Premier League lo scorso anno per 20 milioni di sterline dal Friburgo, non ha impattato al meglio nel nuovo campionato dove in un anno è riuscito a racimolare soltanto pochissime presenze, senza ovviamente avere la possibilità di lasciare il segno.

Ma alla fine la fiducia di Rodgers è stata ripagata in pieno dalla performance di Söyüncü che nonostante i suoi 23 anni sembrava già muoversi in mezzo al campo con la consapevolezza di un veterano. E clamorosamente la mancanza di Maguire si è sentita sempre di meno: il turco ha saputo incarnare alla perfezione le due caratteristiche principali del suo collega inglese, ossia l’abilità di giocare palla in difesa e di avanzare al momento opportuno senza commettere errori, permettendo a tutta la sua squadra di risalire.

I 50 passaggi completati in una singola partita, più di chiunque altro giocatore presente in campo, sono il dato lampante di un esordio d’oro, capace di mandare via tutti i brutti presentimenti derivati dalla passata stagione. I tifosi hanno trovato le rassicurazioni che tanto aspettavano e anche il lavoro di Rodgers adesso può avanzare a ritmo spedito: Söyüncü ha finalmente acquistato la sicurezza che tanto gli era mancata per esprimere tutto il sui potenziale e finalmente può ambire a diventare davvero la nuova colonna difensiva del Leicester.