Il lungo viaggio calcistico di Javier Mascherano è finito proprio dove tutto è cominciato, nella sua Argentina. Ha deciso di appendere le scarpette al chiodo a 36 anni anni dopo una vita di successi, arrivati soprattutto con la maglia del Barcellona, la squadra che più di tutte lo ha reso grande.

Il suo rapporto con Pep Guardiola nei primi mesi non era perfetto: l’argentino restava spesso in panchina perché il suo allenatore gli preferiva altri giocatori. Ma poi, grazie a una serie di coincidenze Mascherano ha conquistato il suo posto, diventando il punto di riferimento di tutta la squadra. A centrocampo o addirittura in difesa, non c’era un posto dove non facesse la differenza con il suo modo di giocare e la grandissima personalità.

Chiaramente il ruolo non gli ha regalato tantissimi gol (solo 4 in tutta la carriera) ma in particolare l’unico segnato con il Barcellona nasconde dietro una bella storia che oggi vi raccontiamo.

Se volete scoprire altri racconti e curiosità sui protagonisti del mondo del calcio cliccate su questo link e iscrivetevi per non perdere nessun contenuto.