Il 1° gol di Lucca in Eredivisie non evita la sconfitta dell’Ajax contro il Psv

Il big match della tredicesima giornata di Eredivisie è del Psv che si impone per 2-1 alla Johan Cruijff Arena. Lo scontro diretto con i campioni d’Olanda è a favore dei Boeren, più in palla e bravi a portarsi sul 2-0 prima dell’ora di gioco. Nel finale, gli ajacidi provano il tutto per tutto e riescono a riaprire il match allo scadere grazie al 1° centro di Lucca, talento del calcio italiano. L’attaccante, dopo qualche scampolo di partita e 4 reti con lo Jong Ajax, è riuscito ad entrare nel tabellino dei marcatori della massima serie olandese. Peccato per lui che la sua gioia sia solo a metà con i biancorossi di Amsterdam che perdono il primato, ma con una partita in meno rispetto ai rivali.

L’AJAX PERDE IL PRIMATO: 2° POSTO CON UNA GARA IN MENO E UN LUCCA IN PIÚ

L’Ajax cede il primato al Psv, perdendo proprio lo scontro diretto: Van Nistelrooij si gode l’ottimo periodo dei suoi ragazzi che si sono qualificati come secondi nel girone di Europa League e, adesso, balzano in testa all’Eredivisie con due lunghezze di vantaggio sui rivali di Amsterdam anche se, la rosa di Schreuder ha una gara in meno che recupererà prima del prossimo weekend.

De Jong e Gutierrez mettono in ginocchio i campioni d’Olanda prima dell’ora di gioco: nonostante i cambi, la tendenza della partita non cambia con i padroni di casa costretti a difendersi, privi di gioco ed idee, nonostante la conquista del terzo posto nel girone di Champions valido per gli spareggi di Europa League. Nel finale, l’acuto di Lucca prova a rimettere in carreggiata i suoi, ma la sveglia inizia a suonare troppo tardi, quando i giochi sono fatti. L’unica nota positiva per i biancorossi della capitale è aver trovato la marcatura del giovane italiano, fin qui utilizzato con i contagocce dal suo allenatore. L’ex Palermo e Pisa si è messo in mostra giocando in Lega Pro e in Serie B e ha bisogno di fare esperienza per essere utilizzato con maggiore costanza. L’Under 21 italiana, però, ne aveva già mostrato le enormi qualità, così da portare l’Ajax ad acquistarlo in estate per metterlo a disposizione della formazione Jong e della prima squadra. Al momento, Lucca, si allena alle dipendenze di Schreuder ed è stato utilizzato in campionato in 6 occasioni, mai da titolare e sempre partendo dalla panchina: con la “primavera” invece è sceso in campo per 4 volte mettendo a segno 4 reti in Eerste Divisie. Il ventiduenne è proprio al grande salto per conquistarsi una maglia da titolare e giocarsela con mostri del calibro di Tadic, Brobbey e Bergwijn, giocatori già pronti e con un bagaglio di esperienza internazionale decisamente più ampio.

Lucca sta dimostrando, però, di avere tutte le carte in regola per essere la prima scelta in un possibile turnover: ha un ottimo fiuto del gol ed infatti, contro il Psv, ha impiegato solo 2 minuti per superare l’estremo difensore dei Boeren. La sua altezza gli permette di avere un ottimo colpo di testa e, nonostante il fisico, ha una buona tecnica e una discreta velocità. Adesso, starà al suo tecnico capire quanto poter contare sul talento italiano: l’Ajax nel frattempo perde il big match con il Psv, scende al secondo posto momentaneo e dovrà pensare anche agli spareggi di Europa League a gennaio. La soluzione può essere proprio Lucca, l’asso nella manica che nessun avversario si aspetta.

Impostazioni privacy