Sorte e pianificazione, il destino della stagione delle squadre di Europa League è stato già indirizzato dalle urne. Si sono completati i sorteggi della fase a gironi, primo step di un torneo che ci porterà fino alla finale di Danzica, che sarebbe dovuta essere la città ospitante della scorsa edizione, poi sostituita dal pacchetto tedesco per le finals dopo l’emergenza. Tre italiane presenti al sorteggio, ma a quale è andata meglio?

La Roma la mettiamo sicuramente in cima alla lista. Da testa di serie non poteva sperare in qualcosa di meglio, visto che in nessuna delle tre fasce  capitata una delle peggiori. Il pericolo principale è rappresentato dallo Young Boys, squadra già vista più volte contro le italiane, ma che non dovrebbe giocare un ruolo troppo decisivo né negli scontri diretti, né in un testa a testa a distanza di classifica. Cluj e Cska Sofia anche possono essere considerati degli ottimi accoppiamenti: i rumeni sono una squadra abituata a giocare le coppe e che un anno fa ha dato fastidio anche al Siviglia futuro vincitore del torneo, ma troppo deboli per poter impensierire la Roma nell’arco delle sei giornate. I bulgari invece si presentavano come squadra con coefficiente più basso in assoluto e questo dovrebbe bastare per capire le ambizioni in questo girone. Probabilità di passaggio turno: 99%

Per il Napoli invece sorteggio differente, sicuramente con qualche ostacolo in più. Non certo per il passaggio del turno che sembra ampiamente alla portata, ma perché sia la seconda che la terza fascia hanno portato avversarie scomode: la Real Sociedad può togliere qualche punto o comunque presentarsi come una rivale per il primo posto, l’AZ non è da sottovalutare anche se partirà con meno credenziali. Il Rijeka sembra invece la vittima sacrificale del girone destinata a chiudere al quarto posto. Probabilità di passaggio turno: 95%

Il Milan ha un girone certamente equilibrato, ma non da sottovalutare, soprattutto alla luce di un ultimo turno passato davvero con grandissima fatica. I sorteggi le hanno portato come avversarie Celtic, Sparta Praga e Lille, tendenzialmente tutte plausibili per un passaggio del turno. Il Milan ha un peso specifico notevole rispetto a queste avversarie, però non avrà nessuna partita in questo girone in cui potrà tirare il fiato, almeno fino a quando la classifica non le darà la possibilità di considerarsi già ai sedicesimi. Sicuramente è la squadra che ha pescato peggio, ma l’obiettivo di qualificarsi è decisamente possibile. Probabilità di passaggio turno: 85%.

LEGGI QUI i commenti ai sorteggi delle italiane di Champions League