Passo falso dell’Ajax che, distratto dalla delicata sfida di Champions contro l’Atalanta, cade alla Johan Cruijff Arena contro il Twente: gli ospiti sono più energici e ben messi in campo e creano enormi problemi all’armata di Ten Hag. I padroni di casa sono spenti e senza idee e non riescono a reagire alla doppietta di un fantastico Menig. L’Eredivisie si riapre e, adesso, la sfida europea ha un valore ancora più importante con Gasperini che sorride forte di due risultati utili su tre.

MENIG BLOCCA L’AJAX: IL TWENTE NON SI FERMA E RESTA QUINTO

I Tukkers si confermano la sorpresa di questo campionato con un passo che nessuno si sarebbe mai aspettato: a cadere nella trappola c’è anche una formazione illustre come l’Ajax, distratta dalle sirene della Champions con la delicatissima gara che vale il passaggio agli ottavi di finale.

Ten Hag, come sempre, non fa calcoli ma schierare sempre gli stessi 11 titolari diventa controproducente con una prova opaca poco convincente, soprattutto prima di affrontare una rosa veloce e aggressiva come quella atalantina. Il primo tempo è in mano ai padroni di casa, troppo poco precisi sotto porta e eccessivamente prevedibili. Al primo vero affondo, il Twente si porta in vantaggio con Menig che sfrutta il perfetto assist di Pleguezuelo: la difesa dell’Ajax non subiva reti da ben 3 partite consecutive, con 4 clean sheet nelle ultime 5 gare. Il colpo viene incassato dai ragazzi della capitale che iniziano a faticare nella manovra fino al duplice fischio. Nella ripresa cambia poco, con i biancorossi più attenti ed energici grazie ai numerosi cambi del tecnico prima dell’ora di gioco: le nuove forze fresce portano i Tukkers a compiere un brutto fallo in aria che l’arbitro sanziona con il rigore. Dagli undici metri è infallibile Tadic, nuovamente a segno per l’ottava volta in 11 gare di campionato.

Il gol sembra tranquillizzare gli animi dell’Ajax che torna padrone del campo, ma mai pungente come ci si aspetterebbe dalla capolista che vanta una media di 4 realizzazioni a partita. Proprio a 5 minuti dalla fine, sempre Menig si libera di un avversario, si accentra senza ostacoli e piazza il destro sul palo lontano di Onana che non può nulla se non guardare la rete gonfiarsi. L’attaccante del Twente si regala una doppietta, i 3 punti e la felicità di aver bloccato un’armata come quella guidata da Ten Hag. La punta era appena tornata da un infortunio che l’ha tenuta bloccata per due giornate: nonostante lo stop, nelle ultime 3 partite ha messo a segno 4 centri per far volare la società di Enschede al quinto posto in classifica. L’Ajax deve arrendersi al suo secondo scivolone in Eredivisie, proprio prima di una gara importante come quella contro l’Atalanta: il match ha sottolineato il fiato corto di alcuni interpreti e un gioco lento e prevedibile, non all’altezza della capolista che fin qui ha dominato in lungo e in largo. Il ko riapre il torneo e offre speranza a Gasperini che ha qualche spunto in più per battere gli olandesi.