In Spagna abbiamo il Clasico tra Barcellona-Real, nella nostra nazione il derby d’Italia tra Juventus-Inter mentre in Olanda va in scena il De Klassieker tra Ajax-Feyenoord. Proprio in questo week end calcistico le due formazioni si sfideranno all’Amsterdam Area per dare spettacolo e per risollevare la propria sorte nell’attuale Eredivisie. Questa partita vale più della vittoria stessa, soprattutto per le due tifoserie che si odiano letteralmente.

I PRECEDENTI TRA AJAX E FEYENOORD

L’Ajax attenderà il Feyenoord all’Amsterdam Arena per dare vita al 120° incontro tra i due club. La formazione della capitale parte avvantaggiata con i pronostici tutti dalla propria parte: 53 vittorie contro le 29 dei biancorossi di Rotterdam e 35 pareggi di cui il triste 0-0 dello scorso anno che non servì a nessuno, lasciando invariata la classifica e spianando la strada al Psv che si laureò campione d’Olanda. Entriamo ancora di più nel particolare: l’Ajax ha ospitato 58 volte il De Klassieker collezionando 32 successi, 16 pari e solo 11 sconfitte. Un ruolino di marcia niente male che fanno presagire ad un ulteriore vittoria, essenziale per non fa scappare il Psv verso il secondo titolo consecutivo. Il risultato più ricco di reti risale al 1983-1984 quando i “lancieri” si imposero per 8-2. Vi lascio il video per rinfrescarvi la memoria:

Un certo Marco Van Basten mise a segno una tripletta e lo seguirono anche Koeman (attuale allenatore del Southampton), Olsen con una doppietta, Boeve e Molenaar. Era un Ajax di un’altra dimensione, difficile d’arginare. L’ultimo successo in trasferta per il Feyenoord risale al 2005-2006 con il risultato di 1-2. Se dovessi dare una mano per le scommesse, sicuramente l’1 verrà quotato basso; per prendere qualcosa di più mi orienterei più verso l’over 2.5 o Goal. Ovviamente quello che non mancherà sarà lo spettacolo. 

COME SI PRESENTANO LE SQUADRE AL MATCH

L’Ajax, dopo un girone d’andata dominato e un avvio di 2016 con tre vittorie, ha tirato un po’ il fiato (2 pareggi consecutivi) e questo stop ha permesso al Psv di balzare in vetta, scavalcando gli avversari di un punto. La distanza è ancora esigua, ma gli uomini di de Boer non possono permettersi di regalare ulteriori lunghezze di vantaggio al club di Eindhoven. Molto più tragica la situazione del Feyenoord che ha incassato 5 sconfitte consecutive con il nuovo anno. I ko hanno ridimensionato le aspirazioni al titolo e gli obiettivi si sono ridotti al consolidamento del terzo posto che garantirebbe l’accesso alla fase a gironi dell’Europa League. L’Heracles sta premendo e ha ridotto il gap. dai ragazzi di Rotterdam, ad un solo punto.

I giocatori che sicuramente potranno fare la differenza per i padroni di casa sono: El Ghazi, obiettivo invernale del Milan, e Klaassen. I due attaccanti stanno attraversando un grande periodo di forma ed insieme stanno affinando sempre di più la complicità. Rispettivamente hanno messo a segno 9 e 7 reti con l’aiuto di Schone, sempre pronto a fornire assist preziosi e ad incantare con il suo destro a centrocampo. Da lui partono tutte le azioni pericolose grazie ad un’ottima tecnica ed una visione di gioco superiore a tutti i giocatori che militano in Eredivisie. Se de Boer dovesse tenere in panchina una delle due punte, non è da sottovalutare Milik, attaccante della nazionale polacca. Anche lui ha timbrato già 9 volte il taccuino dei marcatori, soprattutto nelle ultime gare; un motivo in più per temerlo. L’Ajax a sua volta dovrà tenere sott’occhio Kuyt e Kramer, i veri ostacoli al successo. Entrambi sono i maggior realizzatori del reparto offensivo del Feyenoord e una distrazione della difesa potrebbe essere fatale. Negli ultimi match non hanno brillato, ma qualsiasi distrazione potrebbe risultare decisiva; è sempre meglio non giocare con il fuoco.

Il pubblico farà da cornice ad uno degli incontri più attesi dell’Eredivisie. Nel marzo del 1997, gli scontri tra le due tifoserie portarono ad un morto e alla decisione della federazione olandese di proibire, per i 5 anni successivi, le trasferte agli ultras della squadra ospite. L’Ajax non ha intenzione di mollare il titolo e il Feyenoord non vuole sprofondare sempre di più in classifica.

La gara andrà in scena domenica alle 12.30: che dire, un antipasto niente male…