In una domenica in cui è la neve a dominare i campi olandesi (solo Roda-Groningen è stata disputata), Ajax-Psv si affrontavano nel match più importante della stagione; i padroni di casa, terzi in classifica, ospitavano i ragazzi di Cocu con l’obiettivo di riaprire l’Eredivisie. Lozano e compagni, invece, alla Johan Cruijff Arena cercavano il successo per blindare (già a dicembre) il campionato. La partita viene dominata dai Lancieri che, nella ripresa, concretizzano la mole di gioco creata e ottengono tre punti fondamentali per il proseguo della stagione.

Ajax strepitoso: i Lancieri si regalano una chance

Nel primo tempo ha creato, nel secondo ha concretizzato; la potremmo definire così la partita dell’Ajax che ha dato una grande dimostrazione di forza contro la prima della classe. Questo successo può essere fondamentale per la stagione dei Lancieri che, in un colpo solo, accorciano sull’Az Alkmaar secondo e riaprono un campionato che sembrava chiuso. La prestazione dei ragazzi di Keizer è stata semplicemente perfetta: attenti in difesa e letali in attacco. L’Ajax, con questo successo, si porta a sette punti dalla vetta e guadagna una consapevolezza che può essere utile da qui alla fine.

Psv, troppa sufficienza e ora bisogna guardarsi alle spalle

L’occasione oggi era veramente importante: vincere in casa dell’Ajax e mettere praticamente la parola fine all’Eredivisie; il Psv, però, nella gara più importante si è dimostrato agonisticamente spento e poco concentrato. La somma di queste caratteristiche ha portato ad una sconfitta inevitabile; i ragazzi di Cocu, ora, devono guardarsi alle spalle e non solo dall’Ajax che torna prepotentemente in corsa per il titolo. Il primo pericolo per Lozano e compagni è un Az Alkmaar in strepitosa forma (ieri i ragazzi di John van den Brom ne hanno fatti 5 all’Heracles). Una sconfitta pesante, soprattutto in termini di punteggio, ma da cui bisogna rialzarsi subito per non gettare alle ortiche tutto quello che di buono è stato fatto. Almeno fino ad oggi.