Atalanta, appuntamento con la storia in Europa League: si può fare

Proviamoci ancora. Questa volta tocca all’Atalanta invertire la rotta delle italiane, che spesso sbandano in finale di Europa League. La competizione è diventata un vero tabù per la serie A, che ha mandato in pensione con il Parma, nel 1999 la vecchia Coppa UEFA. Da allora, neanche una vittoria. È vero che le finali le perde chi le gioca, ma insomma sarebbe anche il caso, nonché l’ora, di una robusta sterzata dopo la cocente delusione dello scorso anno in tutte e tre le competizioni. A Dublino si gioca dunque per la storia. Gasperini e l’Atalanta hanno la loro terza e forse ultima occasione per sollevare il primo trofeo insieme dopo le due finali di Coppa Italia perse contro Lazio e Juventus.

Europa League, record di ko fra Italia e Germania

L’Atalanta deve vincere in primis per sé stessa e poi anche per il calcio italiano, che rischia di andare sotto nel saldo delle finali giocate  dalle squadre di Serie A. Gli ultimi due precedenti in Europa League  non sono favorevoli ma perlomeno non c’è di mezzo il Siviglia, capace di beffare sia l’Inter nella finale del 2020, sia la Roma nel 2023. Fra l’altro il primato negativo è in palio proprio fra Italia e Germania, entrambe a quota 8 sconfitte in finale. È altrettanto vero, però, che la Serie A ha una giustificazione. Metà delle amarezze accumulate dalle rappresentanti del nostro campionato erano inevitabili. Quattro, infatti, i precedenti di finali tutte italiane: Fiorentina – Juventus (1990), Roma – Inter (1991), Juventus – Parma (1995) e Inter – Lazio nel 1998. Hanno purtroppo fatto tutto da sole Torino (sconfitto dall’Ajax nel 1992) Inter (ko con lo Schalke nel 1997 e con il Siviglia nel 2020) e Roma (con il “solito” Siviglia nel 2023).

Leverkusen ancora imbattuto? La Dea sa come si fa

Bayer Leverkusen
Immagine | Epa

L’Atalanta non ha mai giocato una finale in Europa ma al netto dell’inesperienza a certi livelli, sembra la squadra ideale per mettere in difficoltà il Leverkusen, ancora imbattuto in questa stagione. A soffiare alle spalle della Dea è la storia della competizione: ha già incrociato i tedeschi in Europa League, negli ottavi dell’edizione 2021/2022 vincendo in entrambe le occasioni. Nella sfida di andata si impose 0-1 in Germania e 3-2 a Bergamo. Per la cronaca, anche l’ultima finale italo – tedesca ha sorriso alle italiane. Era la Champions del 2010, e gli interisti la ricordano benissimo. 2-0 al Bayern Monaco.  Sarà un caso ma anche in quella occasione era il 22 maggio e l’italiana vestiva i colori nerazzurri.

 

 

 

 

 

Impostazioni privacy