Davanti alle 27 mila persone del Wanda Metropolitano, l’Atlético Madrid e il Villarreal hanno chiuso la 3ª giornata di Liga.

Solo Atlético

Dopo uno score positivo negli ultimi incontri col submarino amarillo, i colchoneros, forti anche dello status di campioni di Spagna e di una rosa qualitativamente superiore agli avversari, hanno tenuto il Villarreal chiuso nella propria metà campo per tutta la prima frazione. Poche le trame dei ragazzi di Emery, salvati da RulliMandi e un po’ di fortuna: un primo tempo in cui il fine degli ospiti è stato chiaramente quello di sedare la furia dei ragazzi di Simeone, più volte vicini al vantaggio. Un andamento non in linea con le abitudini e il credo dei due allenatori: si è andati a riposo col Cholo sicuramente più soddisfatto del collega spagnolo.

Villarreal a un passo dalla storia

Dopo i grandi pericoli corsi per tutta la prima frazione, il Villarreal viene fuori nella ripresa e colpisce i colchoneros inaspettatamente con Trigueros. Doccia fredda per il Wanda Metropolitano ed Atlético che ha incominciato a sbilanciarsi. La scelta offensiva in realtà ha paga qualche minuto dopo, perché dopo l’ennesimo recupero nella metà campo offensiva, Correa Suarez hanno confezionato il pareggio per Simeone. Cholo che ha poi continuato a mantenere alto il baricentro del suo undici, scoprendo il fianco alle ripartenze del submarino, ben contenute fino al pasticcio tra Gimenez Savic. I centrali dei colchoneros hanno spianato un’autostrada al secondo assist della serata per Yeremi Pino: stavolta per la prima rete in Liga per Danjuma. L’olandese ha trovato però il suo secondo gol nella casa dell’Atlético: il primo lo aveva segnato in Champions League. I colchoneros, tra la sfiducia del risultato ed il tempo che, inesorabilmente, ha continuato a scorrere, hanno perso lucidità e speranze, sbattendo contro la retroguardia di Emery, perfetta fino al 95’: Mandi ha chiuso la sua partita perfetta con un autogol a dir poco goffo, inchiodando il risultato sul 2-2.

L’Atlético è stato a 10 secondi dalla 5ª sconfitta su 77 incontri al Metropolitano, Emery a 10 secondi dallo scrivere la storia. Un pari che in fin dei conti accontenta entrambe, coi colchoneros prima ma non più in solitaria e il submarino al terzo pareggio consecutivo, ma di un’altra l’asta questo, dati clima ed avversario.