L’Atletico Madrid fa sul serio: Augusto Fernandez è già arrivato al Calderon ed è pronto a completare l’unico reparto che aveva bisogno di un ritocco.

Serviva un giocatore di qualità abile tecnicamente e forte nelle due fasi a Simeone per avere più alternative e ordine in mezzo al campo: Augusto Fernandez rappresenta in tutto e per tutto il profilo che cercava il Cholo e già da oggi ha cominciato gli allenamenti con i nuovi compagni.

Centrocampista di fine intelligenza, piede educato e grande senso della posizione, Augusto Fernandez arriva dal Celta Vigo, club con cui si è consacrato sotto la guida di tecnici che amano il bel calcio come Luis Enrique e Berizzo. La prima chance in Europa gli è arrivata dal Saint Etienne che però non è riuscito a valorizzarlo; poi il ritorno in Argentina con il Velez di Carlos Bianchi, squadra ai limiti dell’imbattibile che ha permesso a questo playmaker di conquistarsi una nuova chance nel calcio dei grandi.

La grande annata con il Celta di Luis Enrique gli regala una convocazione nei 23 di Sabella per il Mondiale brasiliano, il rendimento da top class di quest’anno invece lo fa approdare in uno dei club più forti del mondo.

La sua partenza potrebbe lasciare un pesante vuoto in un complesso sistema di equilibri come quello dei Celestes, grande rivelazione di questo avvio di Liga che nelle sue verticalizzazioni trovava i ritmi di gioco ideali per imporre il proprio calcio.

Per caratteristiche tecniche e comportamentali si sposa benissimo con Koke, anima della mediana colchonera; inoltre la sua esperta eleganza calcistica può aiutare la crescita dell’altro acquisto argentino di gennaio, Matias Kranevitter, che sicuramente avrà bisogno di tempo per adattarsi ai ritmi del calcio europeo.

Una grande chance e una svolta per la carriera, per fare grande l’Atletico e per ritornare in nazionale.