Dopo le bellissime prestazioni regalate ai tifosi durante l’Europeo francese, il Galles continua a dare conferme e ottime speranze anche in vista del Mondiale in Russia. Non arriva la vittoria nella seconda partita di qualificazioni contro un’ottima Austria, ma i gallesi mantengono la vetta del Gruppo D a 4 punti assieme a Serbia, Irlanda e alla stessa nazionale guidata da Koller, bravo a fermare i Dragoni con la doppietta di un ispiratissimo Arnautovic.

 Non solo Bale e Ramsey

Oltre al Portogallo, l’Europeo ha eletto il Galles come sorpresa più grande della competizione: i Dragoni di Coleman hanno combattuto alla pari contro nazionali ben più blasonate affidandosi al talento di Bale e Ramsey, le due stelle indiscusse nonché giocatori con maggiore esperienza europea. A Vienna però il Galles ha potuto contare non solo sulle grandi giocare dei singoli, ma su un organico compatto e maturo: Hennessey ha compiuto dei veri e propri miracoli per tenere in piedi il pareggio ed evitare la sconfitta, Allen è riuscito ad aprire le marcature dopo venti minuti e il centrocampo ha permesso a tutta la squadra di girare a dovere.

Arnautovic salva l’Austria

Per il Galles però non è stata una passeggiata: lasciare Vienna con un punto è più di una conquista per i Dragoni che contro una buona Austria hanno rischiato di tornare a casa a mani vuote. Autorete del momentaneo 2-1 gallese a parte, i ragazzi di Koller sono stati autori di una prestazione brillante, rischiando più volte di siglare il gol del 3-2, negato soltanto dalle parate miracolose dell’estremo difensore avversario. Mattatore della serata è sicuramente Arnautovic: l’attaccante dello Stoke City, in campo dopo dei problemi fisici, ha salvato la sua Austria nei momenti di difficoltà, rivelandosi ancora una volta un elemento essenziale e di grande esperienza, capace di trascinare da solo una squadra che venderà cara la pelle per questa qualificazione.