L’AZ Alkmaar non molla di un centimetro e mette nel mirino il secondo posto della classifica: i biancorossi vincono ancora, 12 punti nelle ultime 4 gare e distacco dal Vitesse che aumenta. Al momento, con una partita in meno, resta indietro anche il Psv che, però, non sarà impegnato in una partita facile: il Venlo, in piena lotta per non retrocede, non permetterà ai Boeren di vivere un pomeriggio tranquillo. Jansen sorride, ha rialzato la sua formazione dopo l’addio tempestoso di Slot e, con il rinnovo fresco, vuole centrare il passaggio nell’Europa che conta.

L’AZ NON MOLLA LA SECONDA PIAZZA: PSV COSTRETTO AD INSEGUIRE, VITESSE PERDE TERRENO

Entra nel vivo la lotta per la seconda posizione del podio con il gradino più alto nelle mani dell’Ajax, ormai difficile da raggiungere con un passo da vero schiacciasassi. Jansen ha risollevato le sorti di una squadra che poteva avere qualche difficoltà in più soprattutto dopo il caos Slot, esonerato poichè aveva preso già accordi con il Feyenoord per il prossimo anno. La società ha anche redarguito i giocatori, sottolineando come nessuno avrebbe lasciato la società in questa stagione per raggiungere i Rotterdammers e il loro ex allenatore.

L’AZ ha come obiettivo il 2° posto, dopo un inizio di stagione in salita con 5 pareggi consecutivi: lo scorso anno si è sfiorata l’impresa del titolo e, senza la partenza altalenante, avrebbe potuto puntare a diventare la vera outsider dell’Ajax. Con il successo contro lo Sparta Rotterdam i biancorossi inanellano la quarta vittoria consecutiva, 12 punti nelle ultime 5 partite, staccando di 3 lunghezze il Psv (che deve ancora scendere in campo) e prendono 2 lunghezze preziose sul Vitesse, bloccato sullo 0-0 dall’Ado den Haag. Il club di Rotterdam interrompe una bella serie positiva di 4 risultati utili di fila che avevano permesso di abbandonare le zone calde della classifica, consolidando la salvezza con largo anticipo. Un gol per tempo è sufficiente alla società di Alkmaar per archiviare la pratica: nella prima frazione ci pensa Clasie mentre, nella ripresa, chiude i conti De Wit, giovane talento che ricordiamo per aver segnato al Napoli per l’1-0 nel girone di Europa League.

Jansen non molla nulla e ha ridato gioco e fiducia alla sua rosa: con il giusto impeto e la giusta concentrazione l’accesso ai campi internazionali è a portata di mano. La seconda posizione vale il passaggio ai preliminari di Champions ma, quest’anno, l’imperativo è quello di qualificarsi per la fase a gironi e non tornare di nuovo in Europa League.