Solo un anno fa, Brobbey aveva messo in luce tutto il suo talento con la maglia dell’Ajax, doti che, però, non avevano convinto la formazione ajacide a cedergli una maglia da titolare. Per avere più spazio e per esplodere definitivamente, la punta decise di non rinnovare con il club di Amsterdam per trovare fortuna all’estero. Il Lipsia decise di puntare su di lui ma, a 6 mesi dal suo tesseramento, il ragazzo non ha trovato il giusto spazio: da qui la decisione di tornare in Olanda per provare a rilanciare la sua carriera.

BROBBEY, DA TALENTO AD EMARGINATO: L’AJAX E LA SPERANZA PER IL RILANCIO

Overmars lo aveva avvertito: “partire per l’estero non è al momento la giusta opzione per la sua carriera“. Queste parole non hanno intaccato le motivazioni di Brobbey, alla ricerca di più spazio e di una maglia da titolare per dimostrare a tutti le propri doti. La sceltà fu quella di volare in Germania, per giocare nella Bundesliga in una formazione come il Lipsia, la vera outsider del Bayern Monaco negli ultimi due anni.

Il sogno di Brobbey, però, si è trasformato quasi subito in un incubo, con la società tedesca in netta difficoltà con risultati ben lontani da quelli raggiunti nelle passate stagioni. Il suo impiego, poi, è stato ancora più basso rispetto a quello con la maglia dei campioni d’Olanda: dal suo arrivo, Marsch, lo ha utilizzato per 9 volte, sfruttandolo solo rinforzo dalla panchina. Dopo l’esonero, anche il neo tecnico Domenico Tedesco non ha puntato sul ragazzo che ha deciso di guardarsi intorno per tornare con continuità in campo. Nella sua brevissima esperienza in Germania, il suo score di realizzazioni è rimasto bloccato a zero con solo 2 assist vincenti: l’unica soddisfazione è arrivata dall’under 21 olandese dove ha potuto, almeno, siglare due gol.

Brobbey non ha mai entusiasmato l’ambiente che non ha creduto in lui: gli schemi del tecnico non sono mai entrati nella sua testa, anche per il scarso impigo in campo che non gli ha permesso di trovare la giusta affinità sia con il campionato che con i suoi nuovi compagni. Overmars, vedendo le difficoltà di un talento che è cresciuto nelle giovanili dell’Ajax, gli ha teso una mano, proponendogli un ritorno a casa con un prestito secco per 6 mesi, senza riuscire a strappare una proposta di riscatto. Ten Hag ha bisogno di un sostituto di Haller che sarà impegnato in Coppa d’Africa: la mossa è ottima, soprattutto perchè il ragazzo già conosce il gioco dell’allenatore olandese e non avrà bisogno di ambientarsi per tornare subito competitivo. Il suo posto sarà al centro dell’attacco, insieme ad Antony e Tadic, pronti a servirlo in qualunque modo possibile per mantenere alta la media realizzativa della squadra. Brobbey ha l’occasione di dimostrare di essere quell’attaccante che era stato ammirato in passato: forza fisica, corsa e capacità di andare in rete in qualsiasi modo a disposizione. Il ragazzo deve far bene per far ricredere non solo i tifosi tedeschi ma anche tutti gli scettici che non hanno mai avuto fede nelle sua enormi capacità.