Al rientro dalla sosta avevamo la sfida al vertice tra Leverkusen e Bayern Monaco; un big match che, sul campo, ha visto il dominio incontrastato dai bavaresi. Cinque gol in trentatré minuti e la dimostrazione di come il titolo lo possano perdere solo i ragazzi di Nagelsmann. Chi, al momento, sta tenendo il passo dei campioni in carica è il Dortmund che ha ritrovato Haaland. Continuano i grandi momenti di Friburgo e Union Berlino mentre il Wolfsburg è andato incontro alla terza sconfitta consecutiva e il Fürth ha perso, probabilmente, l’ultimo treno salvezza. Andiamo a vedere cosa è successo nell’ottava giornata di Bundesliga.

Bundesliga, cosa è successo nell’ottava giornata

I migliori

Haaland

Dopo tre partite in cui è stato assente per infortunio, Haaland è tornato al centro dell’attacco ed è stato subito decisivo; nel tre a uno rifilato al Mainz (classifica partita casalinga di dominio e sofferenza disputata dal Dortmund) il centravanti norvegese ha ripreso il suo personale conteggio. Doppietta e gol numero settanta in sessantotto partite; numeri impressionanti di un attaccante destinato a rompere qualsiasi tipo di record realizzativi. L’impressione, ma la stagione è ancora lunga, è che il BVB possa essere l’unica in grado di contendere il Meisterschale al Bayern Monaco.

Lewandowski

A nove gol, in testa alla classifica marcatori insieme ad Haaland, troviamo il solito Lewandowski; il polacco, dopo due partite di Bundesliga a secco (e questa è senza ombra di dubbio una notizia), è tornato a prendersi la scena con una doppietta fondamentale. Perché, se è vero che il Bayern Monaco ha dilagato alla BayArena, è altrettanto vero come il numero nove bavarese abbia segnato i primi due gol, quelli che hanno spalancato la strada ai ragazzi di Nagelsmann.

Friburgo

Altra partita interessante dell’ottavo turno di Bundesliga è stata quella dell’Europa-Park Stadion; rispetto a Leverkusen-Bayern abbiamo assistito ad una sfida decisamente più equilibrata e che ci porta una grande conferma, il Friburgo sta compiendo quel salto di qualità che può regalare una stagione da sogno. Grifo e compagni, con la rimonta ai danni del Lipsia, confermano il quarto posto e soprattutto restano l’unica squadra del campionato senza sconfitte. Riscontro non da poco per chi ha tutto il diritto di pensare in grande.

Union Berlino

Un solo punto sotto il Friburgo troviamo l’Union Berlino, squadra che da quando è arrivata in Bundesliga continua a crescere in maniera sensibile. Terza vittoria consecutiva, quinto posto in classifica e la costante voglia di entrare in campo per fare la partita. L’unico dubbio che poteva esserci intorno a questa squadra era quello relativo alla Conference League; fino a questo momento il doppio impegno non sta influendo sulle energie fisiche e mentali di un gruppo che vuole stupire ancora.

I peggiori

Leverkusen

Come nella passata stagione il Leverkusen, in casa contro il Bayern, ha subito una brutta sconfitta che pone tante domande sul reale valore di questa squadra. Perdere contro i bavaresi ci sta ma un crollo del genere, con cinque gol in trentatré minuti, non è giustificabile. Altro dato preoccupante di questa squadra riguarda le due sconfitte subite: contro i campioni in carica e il Borussia Dortmund sono stati subiti nove dei dodici gol complessivi. Fotografia che testimonia come Schick e compagni non siano ancora pronti a fare il salto di qualità.

Fürth

Il match contro il Bochum era stato descritto, giustamente, come la sfida determinante per il futuro della stagione. Ennesima partita che ha dimostrato l’enorme differenza qualitativa tra il Fürth e le altre squadre. Il club è ancora a secco di vittorie casalinghe in Bundesliga e la sensazione è che questo dato sia difficilmente modificabile nel corso di questa stagione. Era una gara da vincere. è arrivata una sconfitta; nonostante siamo solo all’ottava giornata sembra già segnato il destino di questo club.

Wolfsburg

Terza sconfitta consecutiva, un punto nelle ultime quattro partite. Che il Wolfsburg non avesse le qualità per tenere il ritmo delle prime giornate era piuttosto evidente ma ora ci troviamo di fronte all’altro lato della medaglia. La squadra ha perso ogni tipo di certezze, manca di equilibrio e fatica tremendamente ad imporre il proprio gioco. Serve la svolta anche se, settimana prossima, la sfida con il Fribugo non è delle più semplici.

I verdetti

Dopo otto giornate arriva la conferma di come il titolo lo possa perdere solo il Bayern Monaco. L’unica squadra in grado di tenere il passo dei bavaresi è il Dortmund anche se la strada è ancora lunga. In fondo alla classifica abbiamo, probabilmente, già un club condannato alla retrocessione.