Lo spettacolo offerto da Leverkusen-Borussia Dortmund con il BVB capace di conquistare tre punti pesantissimi dal punto di vista psicologico, un Wolfsburg che non smette di vincere e mantiene la testa della classifica, un Mainz straordinariamente quarto in classifica e infine il Bayern Monaco trascinato da Musiala e da un Lewandowski a segno per la quattordicesima partita consecutiva; i bavaresi hanno passeggiato sul campo del Lipsia confermando di essere nettamente la squadra più forte. Andiamo a vedere cosa è successo nella quarta giornata di Bundesliga.

Bundesliga, cosa è successo nella quarta giornata

I migliori

Musiala

Nel successo del Bayern Monaco sul campo del Lipsia troviamo la firma di uno straordinario Musiala; entrato a fine primo tempo al posto dell’infortunato Gnabry, è stato autore di un secondo tempo perfetto. Gol e assist nel giro di sette  minuti per indirizzare la gara e permettere ai bavaresi di ottenere il terzo successo consecutivo. A diciotto anni è difficile trovare un giocatore con la sua tranquillità e in grado di cambiare nettamente l’esito della partita.

Mainz

Al quarto posto troviamo uno straordinario Mainz; non sappiamo quanto possa durare questa squadra nelle parti nobili della classifica ma i ragazzi di Svensson stanno continuando sulla falsa riga della scorsa stagione. Tre vittorie, una sconfitta, sei gol fatti e due subiti (nell’unico passo falso fino a questo momento). Squadra solida, con una precisa identità di gioco e il perfetto equilibrio fra i reparti. Ora il Friburgo, l’ennesimo test per capire dove può arrivare il Mainz in questo campionato.

Wirtz

Prima sconfitta in Bundesliga dopo un pareggio e due vittorie; il Leverkusen cade in casa al termine di una partita folle. Tre gol ma troppi errori difensivi per una squadra che deve trovare il giusto equilibrio tra i reparti se vuole fare un passo in avanti. Nell’amaro pomeriggio, però, troviamo una nota decisamente positiva: Florian Wirtz. Il classe 2003 ha completato una settimana fantastica in cui ha esordito con la nazionale maggiore. Gol, assist e una prestazione che conferma quanto questo giocatore sia destinato a dominare i palcoscenici futuri.

Wolfsburg

Dobbiamo per forza di cose ripetersi; il Wolfsburg continua a vincere e resta al comando solitario della Bundesliga. Sei gol fatti, uno subito e una squadra tanto solida quanto cinica. Ora il ritorno in Champions League per capire se questa squadra sarà in grado di reggere il doppio impegno.

Serdar

Dopo tre sconfitte consecutive l’Hertha trova la prima vittoria; una boccata d’ossigeno all’interno di una stagione che si preannuncia molto complicata. Protagonista assoluto Suat Serdar autore di una doppietta. L’ex Schalke può rappresentare un’arma importante verso la conquista della salvezza.

I peggiori

Eintracht Francoforte

Dal quinto posto dello scorso anno (con la Champions sfumata all’ultimo) al momentaneo quindicesimo posto di questa stagione. Il campionato è appena iniziato ma al momento il club è in piena zona retrocessione. Una sconfitta e tre pareggi per una squadra che voleva una partenza diversa e ora si ritrova a dover riordinare le idee se non vuole lottare per qualcosa di diverso rispetto all’obiettivo iniziale. Dopo l’Europa League ci sarà la sfida con il Wolfsburg, non proprio la più semplice per cambiare rotta.

Lipsia

La vittoria con lo Stoccarda sembra essere stata pura casualità; il Lipsia, dopo quattro giornate, ha vinto una sola partita dimostrando tutte le difficoltà dopo un mercato in cui sono andati via giocatori importanti. Marsch sapeva che sarebbe stata una stagione complicata ma, probabilmente, non si aspettava tutti questi problemi. Serve tempo anche se, giocando ogni tre giorni, bisogna accelerare il processo di ricostruzione. Ora torna la Champions e l’esordio contro il Manchester City non è proprio la sfida ideale per rialzare la testa.

I verdetti

Detto delle difficoltà di Eintracht Francoforte e Lipsia non possiamo non parlare del Greuther Fürth; un punto in quattro partite, due gol fatti e ben undici subiti per una squadra che sta capendo sulla propria pelle le difficoltà della Bundesliga rispetto alla Zweite. Per ottenere la salvezza serve un miracolo e la prossima partita, contro l’Hertha Berlino, ha già il sapore di un dentro-fuori.