Il solito folle Borussia Dortmund capace di vincere al novantunesimo contro la bestia nera Hoffenheim, Il Bayern Monaco che finalmente gioca una partita di livello con Lewandowski capace di battere un altro record, le difficoltà del Borussia Monchengladbach e un Hertha Berlino in una situazione disperata. Andiamo a vedere cosa è successo nella terza giornata di Bundesliga.

Bundesliga, cosa è successo nella terza giornata

I migliori

Lewandowski

Con la tripletta all’Hertha Berlino sono cinque gol in tre partite; Lewandowski, in un inizio di stagione non proprio perfetto del Bayern Monaco, è l’unica certezza dei bavaresi. Altra gigantesca prestazione dell’attaccante polacco che, qualora dovesse continuare su queste medie realizzative, potrebbe anche puntare a superare il record di quarantuno gol dello scorsa anno. Nel frattempo, grazie ai gol di sabato, è arrivato a quota sedici partite consecutive a segno superando Gerd Müller che, tra il 1969 e il 1970, si era fermato a quindici gare.

Woo-Yeong Jeong

Una delle squadre più in forma in questo inizio di Bundesliga è, senza ombra di dubbio, il Friburgo. I Breisgau-Brasilianer arrivano alla sosta con sette punti frutto di un pareggio e due vittorie; nell’ultimo successo, in casa dello Stoccarda, si è messo in mostra Woo-Yeong Jeong. L’attaccante ha realizzato una doppietta riscattando il clamoroso errore sotto porta contro il Dortmund; giocatore giovane, veloce, ama svariare su tutto il fronte offensivo anche se predilige partire da destra. Non ha mai avuto un grande feeling con la porta avversaria ma i due gol di sabato e il lavoro di Streich possono cambiare le cose.

Schick

Altra squadra a quota sette punti e il Bayer Leverkusen; le Aspirin hanno iniziato la stagione con il piede giusto e la voglia di mettersi alle spalle la nomina, per nulla gradita, di Neverkusen. Grande protagonista di questi primi 270 minuti è Schick; l’attaccante, dopo aver disputato un grandissimo europeo, vuole dare continuità e mostrare finalmente il suo enorme talento. L’inizio, due gol e ottime giocate, fa ben sperare ma ora sta al ragazzo non perdersi nel solito bicchiere d’acqua.

Wolfsburg

Terza vittoria consecutiva, quattro gol fatti e uno solo subito per la capolista solitaria della Bundesliga; il Wolfsburg, dopo l’errore tragicomico in DFB-Pokal, sta volando in campionato. Alla ripresa ci sarà il primo tour de force con il ritorno della Champions.

I peggiori

Augsburg

Se il buongiorno si vede dal mattino non sarà una stagione semplice quella dell’Augsburg; il club, dopo essersi salvato sul finale dello scorso campionato, sembra destinato a vivere un’altra Bundesliga al cardiopalma. I numeri, infatti, sono impietosi: un punto in tre partite, otto gol subiti, un solo realizzato e la sensazione di essere ancora in fase di costruzione. La sosta arriva nel momento migliore; in queste due settimane servirà riordinare le idee per ripartire in maniera completamente diversa.

Jovetić

Arrivato nel corso del mercato estivo, Jovetić avrebbe dovuto essere un colpo di mercato importante; l’ex Monaco, nei piani della società, avrebbe dovuto portare quell’esperienza e quella qualità necessarie per vivere un campionato tranquillo. Fino a questo momento la scommessa è abbondantemente persa nonostante il gol alla prima giornata. Il classe 1989 sta deludendo le attese sia dal punto di vista delle prestazioni sia dal punto di vista fisico con i soliti problemi che continuano a colpire l’attaccante montenegrino.

I verdetti

Dopo la terza giornata sono tante le squadre in difficoltà; una di queste è, senza dubbio, il Borussia Monchengladbach. Il pareggio con il Bayern aveva illuso tutti; le successive due partite ci hanno mostrato una squadra incapace di proporre il proprio gioco. Sei gol subiti contro Leverkusen e Union e la sensazione che la sosta arrivi nel momento migliore. Altra conferma avuta è come il Lipsia, questo nuovo Lipsia, abbia bisogno di tempo per essere nuovamente competitivo ad alti livelli; l’eventuale cessione di Sabitzer non farebbe altro che rallentare il processo.