Burnley – Middlesbrough: caccia al titolo della Championship

E’ ormai tutto pronto nell’industriale città di Burnley per quello che sarà uno scontro gigantesco tra due grandi realtà della Championship inglese. Ci avviciniamo a grandi passi alla fine della stagione, e considerando anche playoff e playout di fine stagione, mancano solo 4 partite alla fine del campionato vero e proprio. Come in Italia, sono due i club che si assicurano la promozione nella Premier League dell’anno successivo, con la terza posizione assegnata alla vincitrice del mini torneo dei playoff, che comprende le squadre dalla terza alla sesta posizione.

Middlesbrough 85 punti, Burnley 83. Così recita l’incipit della classifica della Championship al 19/04, poche ore prima del fischio d’inizio della partita che vedrà affrontare queste due squadre, nello stadio dei secondi. Vincere la Championship sarebbe un prestigio davvero niente male, da annoverare, seppur in secondo piano, nel palmares del club. I padroni di casa del Burnley con la vittoria di stasera tornerebbero in testa dopo un periodo non strepitoso (9 punti in 5 partite), sorpassando un Middlesbrough a punteggio pieno negli ultimi 5 impegni. Per i Clarets sarebbe un ritorno nella massima serie con il botto dopo una breve attesa di appena una stagione, mentre per il Boro, storica società del Regno Unito, ma con qualche recente difficoltà sarebbe prima divisione dopo l’ultima esperienza nel 2008/09.

Parliamo in entrambi i casi, seppur in modi diversi, di società gloriose ai loro tempi. La bacheca dei trofei del Burnley recita addirittura 2 Campionati inglesi, 1 FA Cup ed 1 Charity Shield, mentre per il Middlesbrough parliamo di qualcosa di più contenuto (1 Coppa di Lega inglese ed 1 Coppa Anglo-Scozzese), nonostante la maggior coerenza con cui i Boro abbia fieramente occupato la Premier League. Al contempo, possiamo anche renderci conto della grande attesa che c’è per un eventuale promozione in entrambe le città. Sia Burnley che Middlesbrough sono città popolate in passato, ed anche nei giorni moderni, interamente dalla working-class, la quale come ben sapete ha sempre avuto, ha tuttora e sempre avrà un rapporto davvero speciale con il football. Ma scendiamo ora più nei dettagli della partita, e analizziamo i possibili scenari che si potrebbero presentare al fischio finale dell’arbitro.

Supponiamo una vittoria dei padroni di casa. A quel punto, il Burnley si porterebbe in vantaggio sul Middlesbrough, ma attenzione: in terza posizione c’è una squadra che entra in scena soltanto ora, grazie a questo splendido scontro diretto che sembra capitare a fagiolo per entusiasmare ancora di più questo finale di stagione. Parliamo del Brighton & Hove Albion, attualmente ad 81 punti, e quindi a -4 dalla vetta e -2 dal secondo posto. Possiamo dire che con qualsiasi esito la partita finisca, nel caso che le Seagulls vincano il loro confronto con il QPR (11esimo), la Championship si infiammerebbe. La vittoria degli uomini di Sean Dyche sarebbe un colpo davvero grosso, che risponderebbe subito alla recente rimonta del Middlesbrough.

Passiamo ora allo scenario che si potrebbe presentare in caso il Middlesbrough vinca. La squadra allenata da Aitor Karanka (vice di Mourinho ai tempi del Real Madrid) effettuerebbe probabilmente lo scatto finale verso la gloria, e finirebbe con minimo 4 punti di vantaggio sulla seconda in classifica (che a questo punto potrebbe essere il Brighton). Con questa possibilità il campionato prenderebbe una decisa piega per quanto riguarda la prima posizione, ma soltanto un punto dividerebbe la seconda in classifica e la terza. Questa è un’enorme differenza, dato che la seconda classificata passa direttamente in Premiership, mentre per la terza c’è il calvario dei playoff.

E nel caso di un pareggio? Beh, qualsiasi discorso sarebbe riaperto, e tra la prima e la terza ci sarebbero ipoteticamente solo 2 punti, con il Middlesbrough in testa e Burnley e Brighton a paripunti.

In qualsiasi modo stasera vada a finire, c’è da prepararsi ad un finale scoppiettante, in un campionato in cui ancora nulla è finito. Buon divertimento a tutti, e God save the Football!

Impostazioni privacy