Cauteruccio, la grande speranza del San Lorenzo

Un San Lorenzo più convincente che mai si prende la scena nella notte della verità: che partita e che vittoria in casa del Godoy Cruz capolista ma soprattutto che grande impatto di Martin Cauteruccio sulla partita.

Ortigoza è l’inizio di tutto, come sempre quando prende in mano il centrocampo; Más torna a dare il suo contributo sulla fascia e il Caute fa quello che gli riesce meglio: entra dalla panchina e la butta dentro.

Pochi attaccanti in Argentina hanno un rapporto così intimo con il gol come l’uruguayano, padrone dell’area di rigore, letale su ogni pallone che passa dalle sue parti. Un gol, l’ennesimo, in una partita che contava davvero per il San Lorenzo: contava per la classifica e per non far scappare il Godoy Cruz in vetta, contava per ritrovare la fiducia in mezzi importanti che non stavano rendendo, contava per arrivare agli impegni decisivi di Copa Libertadores con maggiore coscienza di sé e finalmente con un pizzico di morale.

Per rendere possibile tutto questo serviva la zampata di un campione e l’uomo decisivo non poteva non essere Cauteruccio. Adesso cambiano le prospettive e le aspettative sia del San Lorenzo che del giocatore: il Ciclón dista 2 punti dalla vetta (ch potrebbero diventare 3 qualora il Rosario Central vincesse in casa contro il Velez) e ha l’obbligo di credere ad una possibile rimonta che potrebbe riportare un titolo a Boedo dopo due aani; inoltre c’è una rimonta da completare sul Gremio in Libertadores e una trasferta contro la grande sorpresa Toluca da affrontare dove servirà una prova identica a quella di questa notte per provare a continuare il cammino internazionale.

Le prospettive di Cauteruccio invece gravano attorno al concetto di importanza all’interno della rosa: il Caute si è preso la responsabilità di guidare la squadra a suon di gol peasnti e nel momento clou della stagione non può deludere il tifo azulgrana.

Tanti intrecci e possibili sviluppi dopo una partita che può aver fatto svoltare la stagione del San Lorenzo: una doppia rincorsa da portare avanti che non appare più impossibile, sorpattutto grazie ai gol di Cauteruccio.

Impostazioni privacy