La Champions League è andata in pausa e, in attesa degli ottavi di finale, andiamo a rivivere le migliori sfide del 2020; dal successo dell’Atalanta alle due vittorie del Lipsia diventato grande a livello internazionale fino al clamoroso otto a due del Bayern Monaco al Camp Nou.

Champions League, le sfide che segnato il 2020

Dortmund-PSG 2-1

(Photo by Alex Grimm/Getty Images)

Partiamo dall’ottavo di finale di andata tra Borussia Dortmund e PSG, sfida dai due volti; nel primo tempo le due squadre si sono studiate per poi sbilanciarsi nella ripresa. Il match è stata la definitiva consacrazione di un certo Erling Braut Håland; l’attaccante norvegese ha realizzato una doppietta in otto minuti con il secondo goal tipico del grande campione. La prestazione del classe 2000 non è stata sufficiente a far qualificare il BVB ma quella sera il calcio ha scoperto un giocatore di cui sentiremo parlare a lungo.

Atalanta Valencia 4-1

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

La prima esperienza in Champions dell’Atalanta è stata un successo con gli uomini di Gasperini arrivati fino ai quarti di finale; agli ottavi la Dea ha surclassato, tra andato e ritorno, il Valencia. Nella gara di andata è stato un dominio totale da parte di Ilicic e compagni che, con il loro gioco caratterizzato dalla continua ricerca della profondità, hanno disputato sessantacinque minuti di altissima intensità. Prestazione replicata nel match di ritorno con l’Atalanta al turno successivo.

Lipsia Atletico Madrid 2-1

(Photo by LLUIS GENE/POOL/AFP via Getty Images)

Match che ha incoronato il Lipsia tra le grandi d’Europa; i Roten, dopo aver eliminato il Tottenham, sfidavano l’Atletico Madrid grande favorita del match. Gara in cui i ragazzi di Nagelsmann hanno avuto la meglio, in primis, dal punto di vista tattico andando a fermare le principali fonti di gioco dei Colchoneros; la forza del Lipsia si è vista soprattutto dopo il pareggio di João Félix con la squadra brava a non perdere campo e a continuare con il proprio gioco. Alla fine l’avventura del club si fermerà in semifinale.

Barcellona-Bayern Monaco 2-8

Il quattordici agosto 2020 è stata l’inizio della fine per il Barcellona; al Camp Nou i Blaugrana sono stati spazzati via dalla marea bavarese. Otto goal, tante occasioni create e un dominio tattico, qualitativo e fisico. Novanta minuti in cui in campo si è vista una sola squadra in campo. Il match ha dimostrato la superiorità del Bayern Monaco nei confronti di una squadra a fine ciclo; dopo gli otto gol rifilati a Messi e compagni sarà il turno di Lione e PSG, entrambe battute, prima di aggiudicarsi la Champions League.

Real Madrid-Shakhtar 2-3

(Photo by Denis Doyle/Getty Images)

Nella prima giornata di Champions League del Gruppo B si è immediatamente verificata una sorpresa; lo Shakhtar, con un grande primo tempo, segna tre goal al Real Madrid grazie ad una prestazione superlativa di Marcos Antonio capace di far passare una serata da incubo alla difesa delle Merengues. Quella vittoria è stata determinante per la qualificazione, all’Europa League, degli ucraini mentre i ragazzi di Zidane sono riusciti, nonostante le difficoltà, ad ottenere il primo posto

Lipsia United 3-2

(Photo by Stuart Franklin/Getty Images)

Partita da dentro o fuori per il Lipsia che, alla Red Bull Arena, si giocava la qualificazione agli ottavi di finale contro lo United; i ragazzi di Nagelsmann hanno interpretato alla perfezione il match e, nonostante la paura nel finale, sono riusciti a conquistare i tre punti. I Roten, in un girone con PSG e Red Devils, sono stati bravi a mantenere la loro identità di gioco ricevendo il giusto premio. Questa passaggio al turno successivo ha dimostrato come il Lipsia si sia stabilizzata tra le grandi del panorama internazionale