La continuità di risultati doveva essere l’arma in più di questo Chelsea, sorprendente in Champions League contro l’Atletico Madrid ma non abbastanza in Inghilterra per portare a casa il bottino pieno nella super sfida contro il Manchester United, cruciale per la rincorsa al quarto posto viste anche le sconfitte di West Ham e Leicester.

Un pareggio contro la seconda forza del campionato, arrivato tra l’altro senza subire nessuna rete, non è un risultato da buttare per una squadra totalmente rivoluzionata dalla cura Tuchel, ma complica di molto il cammino verso gli obiettivi prefissati all’inizio della stagione: lo 0-0 contro i Red Devils arriva a una settimana di distanza dall’1-1 contro il Southampton, avversario meno temibile ma che aveva messo in grande difficoltà il Chelsea soprattutto nel primo tempo. Alla rete di Minamino (primo giocatore ad andare a segno contro i Blues da quando hanno cambiato l’allenatore) aveva risposto il rigore di Mount che però questa volta non è riuscito a salvare il risultato con una delle sue giocate.

Photo by Ian Walton – Pool/Getty Images

I quattro punti persi in totale tra Saints e Manchester United potrebbero diventare cruciali per il raggiungimento del quarto posto, un traguardo condiviso con molte concorrenti di altissimo profilo come Liverpool, Everton e anche Tottenham, più indietro rispetto alle altre rivali ma comunque non ancora ufficialmente fuori dalla corsa alla Champions League. In una classifica che potrebbe rivoluzionarsi da qui alla fine del campionato due pareggi consecutivi di certo non giovano ai Blues che potrebbero essere di nuovo travolti anche a causa delle fatiche in Europa, un fronte che Tuchel non vuole di certo abbandonare.

La partita più importante però è alle porte: nel prossimo turno il Chelsea sarà impegnato in un altro scontro diretto, questa volta con un Liverpool che ha disperatamente bisogno di riprendere la sua corsa per non concedere troppo terreno alle altre squadre. E perdere altri punti comporterebbe fare un passo indietro in classifica, una situazione poco auspicata dai Blues che sembravano invece lanciatissimi verso l’alto. Servirà una maggiore compattezza in attacco, ma soprattutto maggior cinismo sotto la porta per evitare di cadere ancora e diventare finalmente la squadra più credibile per ambire al quarto posto.