Chelsea, tutti gli ostacoli prima del trionfo

“Soltanto una cosa rende impossibile un sogno: la paura di fallire”. Saranno state più o meno queste le parole usate da Antonio Conte per caricare i suoi ragazzi in vista dell’ultima parte del campionato, in cui il Chelsea potrebbe diventare regina anche con largo anticipo. Un vero sogno, la rinascita tanto attesa, la conclusione perfetta per una stagione tutta giocata ad alti livelli: i fantastici Blues hanno rialzato la testa dopo una pessima annata, superando grandi ostacoli e costruendo con grinta e coraggio la scala che porta al successo. Ma, se il peggio sembra essere passato, il cammino dei londinesi non sarà così tanto facile: superati gli scontri diretti con le dirette le inseguitrici, il Chelsea dovrà fare i conti con piccole squadre agguerrite (City e United a parte), che cercheranno a tutti i costi di conquistare punti per ottenere un piazzamento europeo oppure la salvezza.

È proprio la movimentatissima zona rossa a dover preoccupare di più i Blues, nettamente più forti rispetto alle rivali che puntano alla permanenza ma forse meno determinati ed attenti perché coscienti della propria forza. Swansea, Crystal Palace e il fanalino di coda Sunderland saranno la vera prova del nove per Conte, che dovrà mostrare di riuscire a superare indenne anche gli scontri con le squadre più modeste del campionato. Desiderose di punti per restare ancora disperatamente aggrappate alla Premier League, le tre formazioni hanno dato ultimamente del filo da torcere anche alle squadre più forti, specialmente gli Swans, dati per spacciati fino a qualche mese fa ma che dall’inizio del nuovo anno hanno sfoderato prestazioni di alto livello che gli hanno fruttato un grande balzo in avanti.

Prima della fine del campionato però ci sarà ancora tempo per il grande spettacolo, con il Chelsea impegnato nelle suggestive gare contro le due di Manchester in appena dieci giorni. Un doppio impegno sicuramente non facile vista la caratura delle avversarie: da una parte c’è un City che vuole puntare sempre di più al terzo posto, sfruttando le debolezze degli avversari grazie ad un Gabriel Jesus in forma strabiliante che ha cambiato drasticamente volto alla squadra. Dall’altra invece troviamo uno United con una grande voglia di riscatto, sesto in classifica ma imbattuto da ben 15 partite.

Nel mezzo, fra le sfide interessanti contro le squadre di metà classifica, ci sarà anche la FA Cup, competizione in cui il Chelsea vorrà sicuramente arrivare fio in fondo ma che, con le sue partite che si giocheranno durante la settimana, rappresenterà un altro ostacolo per un calendario via via sempre più fitto ed intricato. Non sarà una passeggiata ma Conte e i suoi motivati ragazzi sono già pronti e concentrati sul loro obiettivo: non perdere punti preziosi per essere incoronati campioni d’Inghilterra con largo anticipo e godersi una lunga e gloriosa passerella fino alla fine di maggio.

Impostazioni privacy