City-West Ham: Sterling trascinatore, tutto da rifare per Bilic

La terza giornata della Premier League si chiude con la nette vittoria dl Manchester City ai danni di uno spento West Ham, che da poche ora ha annunciato l’acquisto di Simone Zaza dalla Juventus. Pep Guardiola continua il suo ottimo inizio alla guida del Manchester City vincendo la terza partita consecutiva in campionato e mantenendo la vetta della classifica assieme al Manchester United del rivale Mourinho e al Chelsea di Antonio Conte.

La cura Guardiola dà i suoi frutti

Un City rivitalizzato, più in forma rispetto alla passata stagione: così appare la formazione della parte blu di Manchester che continua a stupire e a far sognare i tifosi dopo il superamento dei preliminari di Champions League. La dura preparazione di Guardiola ha permesso alla sua nuova squadra di vincere senza troppi problemi le cinque partite giocate, nonostante un inizio confusionario a causa di una difesa non proprio impeccabile. I giocatori hanno accolto in pieno la filosofia dello spagnolo che è riuscito a dare nuova linfa anche a un giocatore come Raheem Sterling, totalmente in ombra lo scorso campionato ma autore di una doppietta quest’oggi e di una prestazione davvero brillante.

La nota dolente del match contro il West Ham è senza dubbio rappresentata da Sergio Agüero: prezioso nelle prime due partite, in cui ha messo a segno ben tre reti, il Kun oggi ha mostrato il peggio di sé in occasione della brutta gomitata ai danni di Winston Reid, non sanzionata dall’arbitro ma che potrebbe costare all’argentino una squalifica proprio per il derby contro lo United nel rientro dalla sosta per le nazionali.

West Ham, si ricomincia da Antonio

Partita da dimenticare per il West Ham che, dopo la bella stagione passata che ha portato alla ribalta Payet, è fermo ai tre punti conquistati di misura contro il Bournemouth. A regalare un barlume di speranza agli Hammers è soltanto Michail Antonio, in grande spolvero nel suo nuovo ruolo. Nella ripresa infatti, dopo un primo tempo disastroso, Bilic ha permesso ad Antonio di avanzare sulla fascia e smettere di ricoprire un ruolo puramente difensivo: la risposta dell’ala destra è stata sensazionale, con una rete che però ha solo illuso i tifosi del West Ham, perche il City è tornato prepotentemente all’attacco mostrando la sua netta superiorità

Impostazioni privacy