Il Borussia Dortmund è pronto a cambiare pelle; a partire dal prossimo anno, infatti, la squadra sarà affidata a Marco Rose con la speranza che il tecnico possa giocare la Champions League. Il BVB ha sei punti in meno dal quarto posto e, per non restare fuori dalla massima competizione europea, devono fare una seconda parte di Bundesliga perfetta. In attesa di capire come terminerà la stagione, il club ha deciso di puntare su un allenatore con le qualità giuste per riportare le Wespen ad essere protagonista. Andiamo a vedere come il matrimonio Rose-Borussia Dortmund può cambiare gli scenari del campionato tedesco.

Marco Rose e una sfida complicata

Una delle panchine più complicate in Bundesliga è probabilmente quella del Borussia Dortmund, una squadra incapace di rispettare totalmente le aspettative. Questo è il principale motivo per cui la società ha deciso di puntare su Rose, tecnico che non si accontenta mai e pretende sempre il massimo dai suoi giocatori. Due aspetti che hanno portato il Borussia Monchengladbach agli ottavi di finale di Champions League superando un girone con Real Madrid ed Inter. Rose, per prima cosa, dovrà portare al Signal Iduna Park quella mentalità su cui costruire i successi. Dal punto di vista tattico potrà continuare la traccia del 4-2-3-1 impostata da Terzić ma con un’interpretazione completamente diversa. Fondamentali saranno l’equilibrio tra i reparti e la possibilità di cambiare sistema di gioco, all’interno della gara stessa, a seconda delle condizioni e dell’avversario.

Rose, però, per proporre il suo gioco ha bisogno di giocatori con caratteristiche precise; in attesa di capire quali potranno essere i movimenti di mercato, il tecnico potrebbe pensare di scippare al Gladabch un paio di elementi. Parliamo di Neuhaus e Ginter. Il primo diventerebbe il fulcro del Dortmund, il giocatore ideale sia per far partire l’azione sia per rifugiarsi quando serve abbassare i ritmi; il difensore, invece, andrebbe a comporre con Hummels una coppia ben assortita e soprattutto aggiungerebbe al BVB un elemento forte di testa, abile nell’uno contro uno (anche in campo aperto) e con la giusta qualità nei disimpegni, caratteristica fondamentale per Rose.

Attenzione anche a Sommer e Thuram; l’estremo difensore offrirebbe maggiori garanzie rispetto alla coppia Burki-Hitz mentre l’attaccante, divenuto grande proprio grazie a Rose, potrebbe essere il sostituito ideale di Haaland qualora il norvegese dovesse prendere un’altra strada.