Dopo aver visto Portogallo e Cile ieri, è arrivato il momento di vedere in campo anche la terza favorita per la Confederation Cup: la Germania. Definire i campioni del Mondo in carica i favoriti assoluti della competizione sembra quasi un rischio, visto che la selezione teutonica si è presentata in Russia non con la migliore formazione. Una scelta più che legittima quella fatta da Joachim Low: meglio testare chi può tornare utile per il Mondiale tra un anno che lanciare le “certezze” in una competizione con avversari non di altissimo livello.

Non snobbiamo il torneo, cerchiamo di avere indicazioni riguardo a chi sta dietro la prima fila” ha dichiarato questa mattina alla Gazzetta dello Sport il Team Manager della nazionale tedesca Oliver Bierhoff, che ha anche aggiunto che i titolari erano stati avvisati già lo scorso inverno. L’esordio è previsto oggi per le ore 17 contro l’Australia, del lotto delle formazioni in corsa forse la più debole insieme alla Nuova Zelanda.

Risultato scontato? Probabilmente sì, visto che il movimento calcistico australiano non è riuscito a fare passi avanti negli ultimi anni ed è dovuto uscire dai confini del proprio Continente per trovare squadre del proprio livello. I socceroos, dopo anni di difficoltà, sono riusciti ad avviare un cambio generazionale. Un nome per il futuro? Ajdin Hrustic, trequartista di origini bosniache classe 1996 del Groningen. Quest’anno per lui ottima stagione con la squadra U21 (26 presenze e 4 gol) che lo hanno portato all’esordio in prima squadra dove ha segnato il primo gol tra i professionisti contro lo Zwolle.

Sarà l’occasione giusta per le seconde linee della Germania. Età media di 23,8 anni, nessun giocatore con più di 30 anni a disposizione di Low. Sandro Wagner è il più anziano, colui che già oggi guiderà l’attacco teutonico: dopo l’esordio positivo contro San Marino, per lui arriva il primo vero test in una competizione internazionale. Il “veterano” del gruppo è Draxler, guida della trequarti, mentre gli occhi saranno puntati sul romanista Rudiger, al centro di voci di mercato. Insomma, lo spettacolo allo stadio Olimpico di Soci è assicurato.