Confederations Cup: conviene vincerla?

Non solo Europei Under-21; l’estate 2017, infatti, ci regala anche la Confederations Cup. Russia, Nuova Zelanda, Portogallo, Messico (Gruppo A), Cameroon, Chile, Germania e Australia (Gruppo B) si daranno battaglia in quello che è il torneo precedente al Mondiale. Si svolge in Russia, sede della prossima coppa del Mondo, e sarà l’occasione per vedere all’opera i possibili protagonisti della prossima estate. Con la nazionale tedesca che ha deciso di presentarsi alla competizione con i non titolari, Il Portogallo (fresco vincitore dell’ultimo Europeo) rischia di essere la candidata principale alla vittoria finale; ma siamo sicuri che vincere la Confederations Cup sia un bene? La storia dice di no.

Confederations Cup e la maledizione sul Mondiale

Brasile, Francia, Messico e Argentina: quattro nazionali completamente diverse ma legate dalla maledizione della Confederations Cup. Da quando esiste questo torneo, infatti, chi vince la competizione non è mai riuscito a trionfare al Mondiale successivo. L’ultima vittima illustre di questo particolare sortilegio è stato il Brasile che, dopo aver vinto nel 2013 la Confederations, ha subito la peggiore delle sconfitte nella coppa del Mondo contro la Germania (sette a uno il punteggio in favore dei tedeschi). La Seleção, anche dopo aver vinto le edizioni del 2005 e quella del 2009, non riuscì a ripetersi l’estate successiva al Mondiale. Questa volta i verde-oro non saranno presenti e allora la domanda è: chi dovrà fare i conti con la maledizione della Confederations Cup? Lo scopriremo presto.

Portogallo e Germania a caccia del (non) successo

Il Portogallo ha vinto l’ultimo Europeo mentre la Germania ha trionfato al Mondiale del 2014; due nazionali che, vedendo anche le avversarie, si presentano in Russia con il ruolo di favorite. Cristiano Ronaldo vuole completare una stagione fantastica con un trionfo in nazionale mentre Joachim Löw sfrutta la competizione per provare giocatori nuovi. Portogallo e Germania sono due nazionali forti che puntano sempre a vincere ma forse, in questa particolare circostanza, qualora dovessero uscire prima del traguardo non ne farebbero un dramma. Ad un anno dal Mondiale, evitare di subire la maledizione della Confederations Cup è la cosa più importante.

Impostazioni privacy