Comincia oggi la terza giornata di Copa América: un solo giorno di riposo tra un turno e subito in campo per avvicinarci ai primi verdetti di questa edizione. Nella terza giornata non scenderanno in campo Brasile e Bolivia, che avranno il turno di riposo, ma lo spettacolo non mancherà di certo: due gare oggi e due domani per vivere a pieno l’esperienza della Copa.

Si parte questa sera alle 23 con la sfida tra Venezuela ed Ecuador a Rio de Janeiro, e si proseguirà poi alle 2 di notte con la partita Colombia-Perù a Goiânia. Entrambe le sfide saranno visibili in diretta streaming su Eleven Sports su smartphone, tablet, pc e smart tv.

Venezuela-Ecuador è una partita che sa di spareggio: la Vinotinto ha trovato il suo primo punto nella scorsa giornata contro la Colombia, ma sa che dovrà lottarsi la qualificazione fino all’ultimo con il Perù e l’Ecuador stesso. Anche perché la Tricolor di Gustavo Alfaro è partita con una sconfitta e ha riposato nel secondo turno, e di conseguenza con 0 punti in classifica e il Brasile ancora da affrontare, è chiamata alla partita della vita. Il Venezuela fin qui non ha ancora trovato la sua prima rete, ma può fare affidamento su una rosa che gradualmente ha rimesso dentro tutti i pezzi pregiati, compresa la stella Yangel Herrera che ha potuto giocare uno spezzone della bella prova contro la Colombia e dovrebbe avere di nuovo spazio. L’Ecuador invece deve ritrovare la forma che si era vista nella prima fase di qualificazione al Mondiale dove era partito fortissimo, e per evitare lo stesso epilogo di quattro anni fa, punterà forte sull’astro nascente Moises Caicedo e sulla garanzia Enner Valencia in attacco.

In piena notte invece un gran match con la Colombia in campo. La squadra di Rueda ha vissuto un buon esordio contro l’Ecuador ma non è riuscita a replicarsi con il Venezuela. La qualificazione non sembra essere in discussione, ma l’obiettivo è quello di centrare il secondo posto nel girone in modo da non poter incontrare di nuovo il Brasile (avversaria della prossima giornata) nella fase a eliminazione diretta. Muriel e Zapata dovrebbero essere confermati entrambi al posto di Santos Borré in attacco, con Cardona (match winner all’esordio) titolare per dare maggiore qualità nella zona centrale.

Per quanto riguarda il Perù invece l’esordio è stato traumatico: dopo aver riposato alla prima giornata, nella seconda hanno trovato un Brasile scatenato che ha chiuso la partita sul 4-0. Anche in ottica differenza reti è una botta difficile da mandare giù e per questo servirà una partita di un certo spessore per provare a non sprofondare in classifica.